link sponsorizzato

Il design del computer: i progetti di PC più innovativi degli ultimi 50 anni

Babbage Difference Engine

L’antenato di tutti i computer: una ricostruzione moderna del Difference Engine di Charles Babbage (progettato nel 1849, ma mai realizzato all’epoca); foto gentilmente fornita da Computer History Museum, Mountain View, CA / xRez Studio

Il design del computer: i progetti di PC più innovativi degli ultimi 50 anni

Mi sono spesso chiesto come mai un oggetto onnipresente come il personal computer venga ancora sostanzialmente ignorato in libri, musei e corsi universitari dedicati alla storia del design, a parte rare eccezioni. Mentre questi abbondano di arredi, apparecchi di illuminazione, automobili e anche di stoviglie – l’elettronica di consumo è assai meno considerata, ed i computer sono praticamente ignorati, ad eccezione di qualche progetto di Apple.

Posso provare a dare qualche spiegazione personale per questo strano fatto – ad esempio che nessun maestro della modernità, come Mies van der Rohe o Marcel Breuer, ebbe mai l’occasione di progettare un computer, oppure che l’elettronica di consumo è tradizionalmente vista come un campo troppo tecnico dominato da ingegneri ed informatici – sia come sia, il risultato è che la ricerca estetica, ergonomica, ed espressiva nel settore dei computer è stata nel suo complesso piuttosto fiacca e che, il più delle volte, i computer prendono la forma di grigie e noiose scatole di lamiera metallica.

man with electronic brain comics

Xerox Parc Xerox Alto

Da macchina spaventosa ad oggetto quotidiano. Sopra: un’immagine tratta dal libro a fumetti “L’uomo dal Cervello Elettronico” (The Man with the Electronic Brain) di Gardner Fox e Murphy Anderson, 1961. Sotto: un esemplare di Xerox Alto fotografato allo Xerox PARC, 1973 circa; foto: parc.com

Non mi riferisco semplicemente ad una mancanza di “stile”; il design industriale è un campo complesso e multidisciplinare che influenza la capacità di un prodotto di essere davvero innovativo sotto molti aspetti. Disegno dell’interfaccia utente, sostenibilità ecologica, introduzione di nuovi materiali e processi produttivi, relazione fisica ed immateriale tra utente e macchina, facilità d’uso, portabilità, sicurezza, riduzione dei costi, bellezza, semplicità, affidabilità; sono tutti aspetti che contribuiscono in modo sostanziale ad un buon design.

Ovviamente, ci sono anche ragioni tecniche per l’approccio storicamente poco creativo al design del computer. Una è che l’hardware di un computer è solitamente composto da un insieme di elementi piatti e rettangolari la cui disposizione si basa su una rigida griglia spaziale rettangolare; il che non lascia molto spazio all’aspetto formale, obbiettivamente. Ciò nonostante, specialmente grazie al progredire della miniaturizzazione, rimane fortunatamente ancora abbastanza spazio per sperimentazioni interessanti, altrimenti questa sezione di Inexhibit sarebbe stata davvero molto corta.

2001 A Space Odyssey Hal memory banks

Fotogramma da 2001, Odissea nello Spazio di Stanley Kubrick: il centro di memoria di HAL 9000

Computer Design Brionvega 201 TV NextCube and Power Mac G3 cube

Evoluzione della specie? Da sinistra a destra: Televisore Brionvega 201, 1969 (design: Richard Sapper, Marco Zanuso); una workstation NeXT Cube, 1986 (design: Harmut Esslinger); Power Mac G4 Cube, 2000 (design: Jonathan Ive / Apple Design Team)

Dieter Rams Braun television FS 80 1964

Televisore Braun FS 80, 1964, design: Dieter Rams; foto di Koichi Okuwaki

Design Brionvega Television vs Apple iMac

“…IO sono tuo padre!” A sinistra: TV portatile Brionvega Algol, 1965 (design: Richard Sapper, Marco Zanuso); a destra: iMac G3, 1998 (design: Jonathan Ive)

Sino a poco tempo fa, le influenze più rilevanti sul design dei computer sono arrivate da due fonti principali: i film di fantascienza ( 2001 Odissea nello Spazio e Minority Report, ad esempio), e l’elettronica di consumo dell’era pre-PC, soprattutto attraverso il lavori di designer tedeschi ed italiani come Dieter Rams, Richard Sapper e Marco Zanuso, tra altri. Nel corso del tempo sono però emersi anche design che esprimono un approccio totalmente originale, che non fa riferimento ad archetipi precedenti, suggerendo che il design del computer possa ormai essere sufficientemente adulto da poter trovare una strada propria.


link sponsorizzato

i nostri articoli su Il design del computer: i progetti di PC più innovativi degli ultimi 50 anni

Apple iPhone – storia di un design sovversivo, dalla prima serie a iPhone X

Apple iPhone – storia di un design sovversivo, dalla prima serie a iPhone X

La storia del progetto iPhone, il ruolo di Steve Jobs e Jonathan Ive, la sua influenza sul design industriale e l'evoluzione dal primo modello ad iPhone X
case-studies
Apple Mac Pro seconda serie (2013), il giorno in cui il computer cambiò faccia

Apple Mac Pro seconda serie (2013), il giorno in cui il computer cambiò faccia

Apple Mac Pro seconda generazione (2013): storia, progenitori, design e fabbricazione di uno dei computer più innovativi e controversi mai realizzati
case-studies
Apple, il diverso destino del Lisa e del Macintosh (e perché il design conta)

Apple, il diverso destino del Lisa e del Macintosh (e perché il design conta)

Storia e design del Lisa e del Macintosh di Apple, due tra i primi personal computer con interfaccia grafica, e le ragioni del loro diverso destino commerciale.
case-studies
Gli antenati: ll computer Commodore PEC 2001 (1977), la star del cinema

Gli antenati: ll computer Commodore PEC 2001 (1977), la star del cinema

Il Commodore PET 2001, forse il primo vero personal computer, con il suo involucro bianco e geometrico è la sintesi del design tecnologico degli anni '70
case-studies
Gli antenati: ll computer Holborn 9100 (1981), l’alieno venuto dal futuro

Gli antenati: ll computer Holborn 9100 (1981), l’alieno venuto dal futuro

Presentato nel 1981, il computer Holborn 9100, con il suo monitor a forma di periscopio, fu una delle macchine dal design più "futuribile" degli anni '80
case-studies
Olivetti Programma 101: la storia ed il design del primo Personal Computer

Olivetti Programma 101: la storia ed il design del primo Personal Computer

La Olivetti Programma 101, storia, design ed eredità della "Perottina", il primo personal computer della storia progettato per le persone comuni
case-studies
Osborne 1 (1981) – quando il personal computer diventò portatile

Osborne 1 (1981) – quando il personal computer diventò portatile

Storia e design del Osborne 1, il primo personal computer portatile, progettato da Lee Felsenstein e prodotto dalla Osborne Corporation dal 1981 al 1983
case-studies
Sarà il tecno-minimalismo a salvarci da una vita “sempre-connessa”?

Sarà il tecno-minimalismo a salvarci da una vita “sempre-connessa”?

Light Phone 2 e Punkt MP02 sono due telefoni "minimalisti" che contestano apertamente l'idea stessa di smartphone. Vera rivoluzione o molto rumore per nulla?
case-studies
SEIKO UC-2000 (1984). Il primo computer da polso della storia

SEIKO UC-2000 (1984). Il primo computer da polso della storia

La Storia e il design del Seiko UC-2000, il primo orologio computer mai prodotto, e dei mitici PC da polso e tascabili giapponesi degli anni Ottanta
case-studies

link sponsorizzato