58° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia | May You Live in Interesting Times

biennale-arte-venezia-2019-may-you-live-logo

58° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia | May You Live in Interesting Times

Apre al pubblico l’11 maggio 2019 la 58° Mostra Internazionale d’Arte Internazionale di Venezia. Curata da Ralph Rugoff – direttore della Hayward Gallery di Londra “May You Live in Interesting Times” offre come sempre un programma articolato che comprende la mostra allestita all’ Arsenale e al Padiglione Centrale dei Giardini con 79 artisti invitati, 90 partecipazioni nazionali (di cui 4 – Ghana, Madagascar, Malesia, Pakistan – presenti per la prima volta), 21 eventi collaterali e 2 progetti speciali realizzati dalla Biennale: il Progetto Speciale Forte Marghera, Mestre e il progetto Speciale al Padiglione delle Arti Applicate (nelle Sale d’Armi dell’Arsenale) realizzato in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra.

May You Live in Interesting Times

Il titolo di questa 58° biennale d’arte, ‘May you live in interesting times’ (Che tu possa vivere in tempi interessanti) è un falso anatema. Citato negli anni ’30 del ‘900 dal parlamentare britannico Sir Austen Chamberlain, che lo riportava come antico anatema cinese di cui era venuto a conoscenza grazie ad un diplomatico di stanza in Asia, non è mai esistito; e nonostante ciò continua ad essere usato come artificio retorico, ancora oggi.
Afferma Ralph Rugoff : “Questa storia sembra oggi di un’attualità quasi sconcertante… Ma in un’epoca nella quale la diffusione digitale di fake news e di “fatti alternativi” mina il dibattito politico e la fiducia su cui questo si fonda, vale la pena soffermarsi, per rimettere in discussione i nostri punti di riferimento”.
Il titolo dunque ci riporta al tema della perdita di punti di riferimento certi; a questi nostri “tempi interessanti”, minacciosi e complessi, nei quali le fake news si diffondono veloci nel mondo dell’informazione digitale.
Rugoff non indica un tema preciso per questa Biennale, indica piuttosto un atteggiamento, e la necessità di cercare percorsi di approfondimento ponendo attenzione al lavoro di artisti che con le loro opere mettono in discussione le categorie di pensiero esistenti.
L’ invito a praticare la complessità, e a considerare sempre punti di vista differenti, si riflette anche nella scelta di esporre lavori diversi di uno stesso autore. A questo proposito afferma Rugoff: “La Mostra si concentra sul lavoro di artisti che ci aprono a una nuova lettura di oggetti e immagini, gesti e situazioni. Un’arte simile nasce dalla propensione a osservare la realtà da più punti di vista, ovvero dal tenere in considerazione nozioni apparentemente contraddittorie e incompatibili, e di destreggiarsi fra modi diversi di interpretare il mondo che ci circonda”.

E nonostante il curatore tenga a precisare che l’arte non può risolvere i grandi problemi dell’umanità, non può far nulla per fermare regimi autoritari o per impedire l’avanzata di movimenti nazionalisti estremi, tuttavia “forse l’arte può offrire una guida che ci aiuti a vivere e pensare in questi ‘tempi interessanti”.

biennale-arte-venezia-2019-curatore-ralph-Rugoff

Ralph Rugoff, curatore della 58° Biennale d’Arte di Venezia

Il presidente della Biennale Paolo Baratta, che quest’anno festeggia 20 anni di presidenza della prestigiosa istituzione culturale, si è soffermato sul ruolo dell’arte come antidoto alla sovrasemplificazione generata dal conformismo e dalla paura che connotano il nostro tempo, oltre a porre l’accento sulla internazionalità della mostra, come scelta insindacabile:
Innanzitutto siamo una Mostra Internazionale (…) nella quale numerose mostre promosse dai paesi partecipanti dialogano in rapporto dialettico le une con le altre, e tutte insieme stanno in rapporto dialogico con la Mostra Internazionale da noi organizzata con il nostro curatore, Mostra che a sua volta deve essere aperta e senza confini di sorta.”

La giuria internazionale della 58° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia è formata da Stephanie Rosenthal (presidente), Defne Ayas, Cristiana Collu, Sunjung Kim, Hamza Walker. La cerimonia di premiazione si svolgerà in concomitanza con l’inaugurazione sabato 11 maggio 2019.

58° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia
“May You Live in Interesting Times”
dall’11 maggio al 24 novembre 2019
https://www.labiennale.org/en/art/2019

Scarica la brochure con le mappe della 58° Biennale d’Arte di Venezia, 2019 

Da questa pagina troverete i link agli articoli di approfondimento e alle fotografie che Inexhibit.com pubblicherà durante il periodo di apertura della 58° Biennale d’Arte di Venezia.


link sponsorizzato

our articles about 58° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia | May You Live in Interesting Times

Cathy Wilkes – Padiglione britannico, 58° Biennale d’Arte di Venezia

Cathy Wilkes – Padiglione britannico, 58° Biennale d’Arte di Venezia

Alla 58° Biennale d'Arte di Venezia nel padiglione britannico le atmosfere rarefatte e inquietanti dell'artista di origini nord-irlandesi Cathy Wilkes
case-studies
Ghana Freedom – Il padiglione del Ghana alla 58° Biennale d’Arte di Venezia

Ghana Freedom – Il padiglione del Ghana alla 58° Biennale d’Arte di Venezia

Le immagini delle opere esposte nel Padiglione del Ghana, che per la prima volta partecipa alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia
case-studies
La mostra ai Giardini – Biennale Arte 2019, Venezia

La mostra ai Giardini – Biennale Arte 2019, Venezia

Artisti ed opere in mostra nel Padiglione Centrale dei Giardini nella seconda parte di 'May You Live in Interesting Times' - 58a Biennale di Arte, Venezia
case-studies
La mostra all’Arsenale – Biennale Arte 2019, Venezia

La mostra all’Arsenale – Biennale Arte 2019, Venezia

Biennale Arte di Venezia 2019: gli artisti e le opere presentate alla mostra all'Arsenale del curatore Ralph Rugoff nell'articolo e nelle immagini di Inexhibit
case-studies
Renate Bertlmann, Discordo ergo Sum – Padiglione Austriaco, Biennale Arte 2019

Renate Bertlmann, Discordo ergo Sum – Padiglione Austriaco, Biennale Arte 2019

Discordo Ergo Sum di Renate Bertlmann è la mostra del Padiglione Austriaco alla 58° Biennale Internazionale d' Arte di Venezia
case-studies
Sun & Sea (Marina) Padiglione della Lituania, Leone d’Oro alla 58° Biennale d’Arte di Venezia

Sun & Sea (Marina) Padiglione della Lituania, Leone d’Oro alla 58° Biennale d’Arte di Venezia

Il padiglione della Lituania "Sun & Sea (Marina)" ha vinto il Leone d'Oro per le partecipazioni Nazionali della 58° Biennale d'Arte di Venezia
case-studies
Venezia: alla Giudecca nasce GAD, nuovo quartiere permanente per l’arte contemporanea

Venezia: alla Giudecca nasce GAD, nuovo quartiere permanente per l’arte contemporanea

Alla Giudecca, il 9 maggio 2019 inaugura GAD – Giudecca Art District, progetto fondato da Pier Paolo Scelsi, Direttore Generale e Valentina Gioia Levy, Direttore Artistico
marker
Weather Report: Forecasting Future – I Paesi Nordici alla Biennale Arte 2019, Venezia

Weather Report: Forecasting Future – I Paesi Nordici alla Biennale Arte 2019, Venezia

Il Padiglione dei Paesi Nordici alla Biennale Arte di Venezia 2019 presenta "eco-opere" di tre artisti scandinavi: nabbteeri, Ane Graff e Ingela Ihrman
case-studies
“Cosmo-Eggs” – Il Padiglione Giapponese alla 58° Biennale Arte di Venezia

“Cosmo-Eggs” – Il Padiglione Giapponese alla 58° Biennale Arte di Venezia

Cosmo-Eggs, il Padiglione Giapponese alla Biennale d'Arte di Venezia 2019 curato da Hiroyuki Hattori, esplora l'ecologia della simbiosi e la coesistenza di uomo e natura
case-studies

Trova hotel a Venezia

More in Venezia

Venezia

Venezia


link sponsorizzato

copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474