Le stanze della memoria | Biennale Arte 2015

Luogo: Venice, Italy
Organizzazione: MiBACT Direzione Generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane
Curatore: Vincenzo Trione
Progetto espositivo:
Giovanni Francesco Frascino
Fotografie © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Venezia-Inexhibit

Il padiglione Italia all’Arsenale, foto © Inexhibit, 2015

Dentro le stanze della memoria | Biennale d’Arte di Venezia 2015 | Padiglione Italia Federica Lusiardi, Inexhibit

Codice Italia è il titolo della mostra ospitata nel padiglione italiano all’Arsenale.
Curata da Vincenzo Trione la mostra attraversa l’arte contemporanea italiana mettendo in luce alcune costanti che delineano un comune codice genetico. Afferma il curatore “Pur seguendo strade differenti, gli artisti di Codice Italia vogliono reinventare i media e, insieme, frequentano in maniera problematica materiali iconografici e culturali già esistenti. Anche se in sintonia con gli esisti più audaci della ricerca artistica internazionale, si sottraggono alla dittatura del presente.”

Codice-Italia-Biennale-Mimmo-Paladino-Inexhibit

Mimmo Paladino, Senza Titolo, 2015, foto © Inexhibit, 2015

Gli artisti sono stati invitati a realizzare opere simbolo, sorte di manifesti poetici, e ad accompagnarle con Archivi della memoria ispirati al “Mnemosyne Atlas” di Aby Warburg (storico dell’arte e critico che, alla fine degli anni ’20, realizzò un atlante illustrato con immagini tratte da libri, riviste e altre fonti dell’epoca; una sorta di enciclopedia della memoria della cultura europea ordinato in capitoli). Lo spazio del padiglione, curato da Giovanni Francesco Frascino, è stato quindi concepito per garantire autonomia a ognuno degli interventi e suddiviso in stanze, ognuna delle quali ospita un’ opera e un archivio della memoria.

Codice-Italia-Biennale-Nicola-Samori-Inexhibit

Nicola Samorì, archivio della memoria, 2015, foto © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Antonio-Biasuccii-Inexhibit

Antonio Biasucci, Corpo Unico, 2015, foto © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Marzia-Migliora-Inexhibit

Marzia Migliora, Stilleven, 2015, installazione; foto © Inexhibit

Artisti in mostra: Alis/Filliol, Andrea Aquilanti, Francesco Barocco, Vanessa Beecroft, Antonio Biasucci, Giuseppe Caccavale, Paolo Gioli, Jannis Kounellis, Nino Longobardi, Marzia Migliora, Luca Monterastrelli. Mimmo Paladino, Claudio Parmiggiani, Nicola Samorì, Aldo Tambellini

Accanto agli artisti invitati sono esposti alcuni “omaggi” di Peter Greenaway, William Kentridge e Jean-Marie Straub. Il padiglione presenta inoltre una riflessione di Umberto Eco sul concetto di memoria, realizzata attraverso una videoinstallazione di Davide Ferrario.

Codice-Italia-Biennale-Peter-Greenaway-Inexhibit

L’ “Omaggio all’Italia” di Peter Greenaway, foto © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Ferrario-Eco-Inexhibit

L’ingresso dello spazio che ospita “Sula memoria” di  Umberto Eco e Davide Ferrario.
foto © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Claudio-Parmiggiani-Inexhibit

Claudio Parmiggiani, Senza Titolo, 1997-2015, foto © Inexhibit, 2015

Codice-Italia-Biennale-Vanessa-Beecroft-Inexhibit

Vanessa Beecroft, La membre fantôme, 2015, foto © Inexhibit, 2015


link sponsorizzato

Biennale d’Arte di Venezia 2015 – All the World’s Future – Indice

Biennale d’Arte di Venezia 2015 – All the World’s Future – Indice

Biennale d’Arte di Venezia 2015 – All the World’s Future – Indice


Altro a Venezia

Venezia

Venezia


copyright Inexhibit 2024 - ISSN: 2283-5474