Museo Ebraico Danese, Copenaghen

Proviantpassagen 6, Copenhagen
Hovedstaden, Denmark
Email: info@jewmus.dk
Telefono: +45 33 11 22 18
Sito web: https://jewmus.dk/en/the-danish-jewish-museum/
chiuso: tutti i lunedì, e 1 gennaio, Yom Kippur, 24, 25 e 31 dicembre
Tipologia: Storia
Museo Ebraico Danese Daniel Libeskind

Il Museo Ebraico Danese (Dansk Jødisk Museum) è un museo a Copenaghen dedicato alla secolare storia degli Ebrei in Danimarca.

Aperto al pubblico nel 2004, il museo ha sede nella Galejhuset, un edificio dei primi del Settecento, incorporato nella Biblioteca Reale di Copenaghen agli inizi del XX secolo, completamente ridisegnato internamente dall’architetto americano di origini polacche Daniel Libeskind.

danish-jewish-museum-copenhagen-exterior-1

Foto © Museo Ebraico Danese

danish-jewish-museum-copenhagen-exterior-2

Foto © BitterBredt

Diversamente da altri musei ebraici progettati da Libeskind, il Museo Ebraico Danese è uno spazio luminoso ed allegro, ispirato al concetto di Mitzvah (una parola ebraica che ha vari significati, tra i quali buona azione, impegno, e precetto). Questo è dovuto alla storia particolare degli ebrei danesi che “furono in gran parte salvati dalla tragedia della Shoah grazie allo sforzo dei loro compatrioti e vicini” (Daniel Libeskind).

La struttura del museo è composta da quattro “piani” o dimensioni – intitolati Esodo, Deserto, Donazione della Legge, e Terra Promessa – che simbolizzano le diverse storie ed il dinamismo della cultura Ebraica; e da un quinto piano che li interconnette fisicamente ed idealmente e rappresenta un elemento di unificazione.

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-sketch

Schizzo concettuale del rapporto tra il museo e la parola ebraica Mitzvah; courtesy Studio Libeskind / Museo Ebraico Danese

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-plan

Pianta del museo, Studio Libeskind

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-model

Modellino dell’articolazione interna del museo, Studio Libeskind

La mostra permanente del museo presenta quattro secoli di storia deli ebrei in Danimarca. I curatori e Libeskind l’hanno concepita come se fosse un testo centrale attorniato da testi di commento, un struttura concettuale ispirata a quella del Talmud. Per indicare ulteriormente l’influenza della parola scritta sullo spazio architettonico, il corridoio principale del museo riprende la forma delle quattro lettere che costituiscono la parola Mitzvah in Ebraico (מצוה ).
La mostra espone oggetti relativi alla vita degli ebrei danesi provenienti dalla collezione di 5.500 pezzi del museo, che comprende opere d’arte, oggetti quotidiani, tessuti, vestiti, oggetti religiosi, fotografie, documenti storici, film e registrazioni sonore.

Su una superficie totale di 450 metri quadri, oltre a spazi espositivi, l’edificio del museo contiene anche un bookshop ed un caffè, concepito come parte integrante della mostra permanente.

Il Museo Ebraico Danese organizza anche mostre temporanee, visite guidate, inizsiative didattiche ed eventi speciali.

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-3

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-4

 

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-7

danish-jewish-museum-copenhagen-daniel-libeskind-8

Viste dell’allestimento permanente e degli spazi interni del Museo Ebraico Danese; foto © BitterBredt

Danish-Jewish-Museum-Copenhagen-Daniel-Libeskind-1

Immagine della mostra temporanea HOME, foto © Ole Akhøj / Museo Ebraico Danese

Immagine di copertina © BitterBredt


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3.50 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Altro a Copenaghen e Danimarca orientale

Copenaghen e Danimarca orientale

Copenaghen e Danimarca orientale


Articoli su Daniel Libeskind

Daniel Libeskind

Daniel Libeskind


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474