“Le Grand Orchestre des Animaux” a Parigi

Luogo: Paris, Nazione:France
Fondation Cartier pour l'art contemporain, Parigi
Le Grand Orchestre des Animaux
mostra temporanea ispirata al lavoro di Bernie Krause
Fondation Cartier pour l'art contemporain, Parigi
Testo di Inexhibit
Immagini courtesy of Fondation Cartier pour l'art contemporain
Crediti fotografici: vedi le didascalie

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-Alaskan Wolves

La Grande Orchestra degli Animali | mostra alla Fondation Cartier, Parigi

La Fondation Cartier pour l’art contemporain ospita in questi mesi una mostra ispirata al lavoro del musicista e ricercatore Bernie Krause dal titolo “Le Grand Orchestre des Animaux” (La Grande Orchestra degli Animali).
Noto per aver collaborato con artisti come The Doors e Van Morrison e con registi come Coppola e Polanski, negli ultimi 40 anni Krause, affascinato dai suoni del mondo animale, ha collezionato oltre 5000 ore di registrazioni audio che ha raccolto in giro per il mondo.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-view-04

Sopra: Fondation Cartier pour l’art contemporain, “Le Grand Orchestre des Animaux ”
Vista della mostra, foto Luc Boegly.
In copertina: Hiroshi Sugimoto, Alaskan Wolves, 1994.
Stampa su gelatina d’argento, 120 × 210 cm. Collezione dell’ artista. © Hiroshi Sugimoto

Come spesso accade per le mostre ospitate dallo spazio espositivo di Boulevard Raspail, l’evento è di grande interesse perché si serve della trasversalità dei linguaggi per condensare intorno ad un tema originale molti contributi differenti, sviluppando in questo caso sia una dimensione visiva che una dimensione acustica.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-Krause-portrait

Bernie Krause, Saint Vincent Island, Florida, 2001. Foto © Tim Chapman

“Le Grand Orchestre des Animaux” è suddivisa in tre sezioni.
A piano terra la mostra si preannuncia attraverso l’involucro trasparente dell’edificio progettato da Jean Nouvel: qui, la grande opera grafica di Cai Guo-Qiang, le ceramiche di Adriana Varejão, i dipinti di Cyprien Tokoudagba, le fotografie di Manabu Miyazaki e di Hiroshi Sugimoto, i video di ricercatori e di artisti che hanno prodotto opere d’arte centrate sul mondo degli animali, sono messe in relazione reciproca dall’allestimento progettato dagli architetti Gabriela Carrillo e Mauricio Rocha. I progettisti hanno scelto di dirigere la grande orchestra delle immagini del mondo animale creando un allestimento circolare, realizzato con mattoni di terracotta, che nell’assetto richiama il layout di un’orchestra.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-view-01

Fondation Cartier pour l’ art contemporain, “Le Grand Orchestre des Animaux”
Vista della mostra a piano terra, foto Luc Boegly; sullo sfondo: Cai Guo-Qiang, White Tone, 2016, polvere da sparo su carta, 4 × 18 m. Collezione dell’artista. © Cai Guo-Qiang. Foto © Wen-You Cai. Courtesy Cai Studio.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-view-02

Fondation Cartier pour l’art contemporain, “Le Grand Orchestre des Animaux”
Vista della mostra a piano terra, foto Luc Boegly.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-Miyazaki-01

Manabu Miyazaki, ghiandaia, Nagano (Japan), 2014- 2016. Fotografia a colori. Collezione dell’artista. © Manabu Miyazaki.

Nella sala grande al piano sottostante i visitatori accedono all’ installazione creata dal collettivo inglese UVA – United Visual Artists. Nello spazio completamente oscurato sono presentati sette paesaggi sonori realizzati a partire dalle registrazioni fatte da Bernie Krause in Africa e in America. L’insieme dei suoni e la loro traduzione in pattern luminosi ne rivela la bellezza e la complessità.

” Per mettere in scena lo straordinario lavoro di Bernie Krause , il nostro approccio è stato quello di collegare tra loro i diversi elementi di contenuto della mostra – i suoni, gli spettrogrammi e il film girato da Raymond Depardon e Claudine Nougaret, facendone un opera coesa e coinvolgente. Abbiamo tradotto le registrazioni di Bernie Krause in un ambiente digitale che rende tridimensionale il suono e suggerisce scene del mondo naturale.
Proiettati su grandi superfici, gli spettrogrammi formano i paesaggii che alludono alle varie località e ai momenti del giorno in cui Bernie Krause ha fatto le registrazioni originali.
Sul pavimento, davanti alle superfici di proiezione, c’è una piscina con acqua poco profonda di
colore nero, che senza soluzione di continuità riflette i contenuti e aggiunge un’ulteriore dimensione al nostro lavoro…”(United Visual Artists)

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-cover

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-view-00

Fondation Cartier pour l’art contemporain, “Le Grand Orchestre des Animaux”
Viste dell’installazione di UVA – United Visual Artists. Foto di Luc Boegly.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-3d view-UVA

Simulazione 3D dell’installazione “Le Grand Orchestre des Animaux”.Courtesy of UVA – United Visual Artists.

La terza parte della mostra presenta il contributo dell’artista Shiro Takatani con la video installazione Plankton, A Drifting World at the Origin of Life (Plancton, Una mondo alla deriva all’origine della vita), realizzata in collaborazione con il compositore Ryuichi Sakamoto.
L’opera offre ai visitatori un percorso, anche in questo caso visivo e sonoro, attraverso la sorprendente bellezza dei microrganismi marini che formano il plancton; il progetto ha preso spunto dal lavoro del biologo Christian Sardet, che con Plankton Chronicles ha rivelato al pubblico, con immagini, testi e video, la ricerca degli scienziati imbarcati sulla Goletta Tara in viaggio negli oceani per 4 anni, dal 2009 al 2013.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-installation-view-03

Fondation Cartier pour l’art contemporain, “Le Grand Orchestre des Animaux”
Vista dell’installazione “Plankton, A Drifting World at the Origin of Life”, foto Luc Boegly.

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-Sardet-plankton-01

Christian Sardet, Hippopodius hippopus siphonophore, Baia di Villefranche-sur-Mer, Francia, 2011, 25 mm.© Christian Sardet and The Macronauts / Plankton Chronicles

Le Grand Orchestre des Animaux – CREDITI

1° parte part | Piano terra
Progetto di  allestimento: TALLER Mauricio Rocha + Gabriela Carrillo.
Con: Pierre Bodo, Cai Guo-Qiang, Cornell Lab of Ornithology, JP Mika, Moke, Manabu Miyazaki, Hiroshi Sugimoto, Cyprien Tokoudagba, Adriana Varejão e Agnès Varda.

2° parte | Interrato (sala grande)
THE GREAT ANIMAL ORCHESTRA
Suoni: Bernie Krause
Installazione: UVA – United Visual Artists
Film: Raymond Depardon and Claudine Nougaret

3° parte |  Interrato (sala piccola)
PLANKTON, A DRIFTING WORLD AT THE ORIGIN OF LIFE
Immagini: Christian Sardet
Installazione: Shiro Takatani
Musica: Ryuichi Sakamoto

Fondation-Cartier-orchestre-des-animaux-Krause-portrait-2

Questa è la messa a punto della grande orchestra degli animali, una rivelazione dell’armonia acustica del selvaggio, l’espressione profondamente connessa dei suoni della natura e dei ritmi del pianeta. Essa è la base di ciò che oggi rimane dei luoghi selvaggi, ed è probabile che le basi di ogni brano musicale che ascoltiamo abbiano origine da questa voce collettiva.
Un tempo non c’era altra ispirazione acustica “.(BERNIE KRAUSE)

Foto: Bernie Krause, Saint Vincent Island, Florida, 2001. Foto di Tim Chapman

Immagini, courtesy of Fondation Cartier pour l’art contemporain


link sponsorizzato

Where is this? Find it through MYMUSEM search
Fondazione Cartier per l’arte contemporanea – Parigi
Fondation Cartier Parigi Jean Nouvel 04

La Fondation Cartier è un importante centro espositivo a Parigi, progettato da Jean Nouvel, dedicato alle più diverse espressioni dell’arte contemporanea


Altro a Parigi

Parigi

Parigi


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474