Memoriale Museo di Rivesaltes

Avenue Christian Bourquin, Salses-le-Château
Occitanie, France
Email: info@memorialcamprivesaltes.fr
Telefono: +33 (0)4 68 08 39 70
Sito web: http://www.memorialcamprivesaltes.eu/
chiuso: aperto tutti i giorni tranne 1 gennaio, 1 maggio, 1 novembre e 25 dicembre
Tipologia: Storia
Rivesaltes-Camp-Memorial-and-Museum-Rudy-Ricciotti-exterior-1

Il Memoriale di Rivesaltes (Francese: Memorial du Camp de Rivesaltes) sorge vicino al confine spagnolo nella Francia del sud. Commemora le vittime del Campo di Rivesaltes, un campo di detenzione da cui oltre 2.000 ebrei vennero deportati verso Auschwitz durante la Seconda Guerra Mondiale. L’edificio del museo, che ha ottenuto premi e riconoscimenti, è stato progettato dall’architetto francese Rudy Ricciotti.

In copertina: una vista aerea del Memoriale di Rivesaltes. Foto © M. Hédelin.

Il Campo di Rivesaltes
Anche conosciuto come Camp Joffre, il campo militare di Rivesaltes, non lontano da Perpignan nella regione Languedoc-Roussillon (oggi Occitanie), fu utilizzato dal 1938 al 1945 prima per isolare migliaia di profughi catalani in fuga dalla Spagna Franchista, poi per internare zingari e ebrei che vivevano nel territorio della Repubblica di Vichy, la maggior parte dei queli furono poi mandati nei campi di sterminio nazisti in Germania e Polonia.
Dopo la Seconda Guerra Mondiale il campo ospitò prigionieri di guerra tedeschi, Harkis (Algerini di fede musulmana che erano fuggiti dal loro paese per aver appoggiato la Francia durante la Guerra d’Algeria) e immigrati irregolari fino alla sua chiusura, avvenuta finalmente nel 2007.

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, exterior 3

Vista esterna dell’edificio del museo/memoriale. Foto ©  Kevin Dolmaire.

Il Museo / Memoriale
Dopo la chiusura l’ex campo militare è stato gradualmente trasformato in un sito della memoria, per ricordare le migliaia di persone che soffrirono la detenzione nel campo in condizioni di vita notoriamente dure, con un’attenzione speciale per gli ebrei francesi, compresi 110 bambini, che furono deportati da Rivesaltes verso il campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau tra l’agosto e il novembre 1942.
Nel 2015 il nuovo edificio del Memoriale/Museo di Rivesaltes, progettato da Rudy Ricciotti insieme a Passelac & Roques Architectes, è stato inaugurato dal primo ministro francese Manuel Valls.
Con una superficie di pavimento di 4.000 metri quadrati, l”edificio è costituito da un volume interrato a un solo piano, realizzato principalmente in calcestruzzo color ocra, il cui aspetto monolitico è interrotto solo da tre cortili interni.
Il Memoriale è uno spazio introflesso, volutamente claustrofobico e privo di viste sull’esterno, se si eccettuano alcuni lucernari e i cortili interni da cui si può scorgere il cielo; un lungo corridoio corre su un lato dell’edificio e da’ accesso alla sala espositiva principale. Il volume  del memoriale è completamente circondato da una trincea ininterrotta che ne esalta la forma stereometrica e rivela la leggera inclinazione del grande tetto piano.

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, exterior 2

Dal parcheggio una stretta rampa conduce all’entrata del museo. Foto © Jean-Pierre Dalbéra

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, plan and longitudinal section

Memoriale di Rivesaltes, planimetria e sezione longitudinale; fonte immagini: Rudy Ricciotti Architecte.

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, patio

Uno dei tre cortili interni del museo. Foto ©  Kevin Dolmaire.

L’esposizione permanente
Installata nella galleria principale, la mostra permanente del Memoriale-Museo di Rivesaltes è costituita da un tavolo interattivo lungo 30 metri, che presenta video, interviste, mappe, documenti e oggetti riguardanti gli eventi occorsi al Campo di Rivesaltes e in altri 100 campi di detenzione in Francia, insieme alla documentazione e alle storie delle persone che vi furono internate. Inoltre, i filmati d’archivio proiettati sui muri perimetrali della sala aiutano a contestualizzare storicamente i contributi mostrati dal tavolo.
Alcune baracche abbandonate che facevano parte del vecchio campo sorgono oggi nei pressi dell’edificio museale e formano parte integrante della mostra permanente.
I temi presentati nell’esposizione permanente sono ulteriormente approfonditi attraverso mostre temporanee, proiezioni cinematografiche, letture e performance all’interno del cinema/auditorium del museo.

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, permanent exhibition interior 1

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, barracks

Rivesaltes Camp Memorial and Museum, Rudy Ricciotti, permanent exhibition interior 2

Due immagini della mostra permanente del Memoriale di Rivesaltes e una vista dei resti delle baracche e delle strutture del vecchio campo. Foto ©  Kevin Dolmaire e © Jean-Pierre Dalbéra.


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4.50 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Altro a Francia del Sud, da Marsiglia al confine spagnolo

Francia del Sud, da Marsiglia al confine spagnolo

Francia del Sud, da Marsiglia al confine spagnolo


copyright Inexhibit 2020 - ISSN: 2283-5474