Centro Botín – Santander

Muelle de Albareda s/n, Santander
Cantabria, Spain
Telefono: +34 942 047 147
Sito web: https://www.centrobotin.org/
chiuso: tutti i Lunedì, il 1 gennaio e il 25 Dicembre
Tipologia: Arte
Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 10

Il Centro Botín è un centro culturale a Santander, nel nord-ovest della Spagna, progettato da Renzo Piano e principalmente dedicato alle arti visive.


Storia e luogo

Inaugurato a giugno 2017, il centro è la sede espositiva principale della Fondazione Botín, un’istituzione filantropica fondata nel 1964 dalla famiglia Botín, proprietaria di Banco Santander. Parte di un più grande progetto di riqualificazione urbana, l’edificio è stato pensato sia per esporre al pubblico opere dalla collezione d’arte della fondazione che per accogliere mostre temporanee, proiezioni cinematografiche, spettacoli dal vivo e programmi didattici legati a varie discipline artistiche.

Il nuovo Centro Botín é situato al centro del waterfront di Santander, città spagnola di 170.000 abitanti e capitale della regione Cantabria. Un tratto di 5 chilometri del lungomare cittadino è attualmente in fase di rinnovamento sulla base di un ambizioso masterplan, sviluppato dallo studio Arup, che ha l’obiettivo di trasformare la città in una delle capitali culturali e turistiche della macro-regione transnazionale del Golfo di Biscaglia.

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 02

Vista aerea da sud del Centro Botín; foto © Enrico Cano, courtesy of RPBW

Santander seafront masterplan Arup

Masterplan per la riqualificazione del lungomare urbano di Santander, il sito del Centro Botin e dei giardini di Pereda è evidenziato in rosso; fonte immagine: Arup


L’edificio di Renzo Piano

L’edificio di 8,739 metri quadrati progettato dal Renzo Piano Building Workshop (RPBW) è composto da due “lobi”, la cui forma ricorda quella di una carena di nave, che sembrano galleggiare sopra il suolo sostenuti da una serie di sottili pilastri, e che si proiettano parzialmente al di sopra della superficie del mare. Progettato in collaborazione con lo studio Madrileno Luis Vidal + Architects, questo è (abbastanza sorprendentemente), il primo progetto che Piano realizza in Spagna.

A richiamare la nota passione di Piano per la nautica, l’edificio ricorda una struttura marittima – un po’ una piattaforma petrolifera ed un po’ una nave in un bacino di carenaggio – deposta sul lungomare e affacciata sull’oceano, su quella che un tempo era l’area portuale della città, e sulla vicina area verde dei Jardines de Pereda, ampliata e restaurata per l’occasione su progetto del paesaggista spagnolo Fernando Caruncho.

Per non nascondere la vista sull’oceano, i due volumi sono sollevati di sei metri sopra il livello della suolo, in modo da lasciare uno spazio pubblico ininterrotto affacciato sulla baia di Santander. Per lo stesso motivo, un tratto della strada costiera – che, come in molte città portuali, costituiva una barriera fisica e percettiva tra la città ed il suo affaccio sul mare – é stata interrata in corrispondenza dell’area d’intervento, creando in tal modo un nuovo accesso diretto al lungomare e permettendo di raddoppiare la dimensione dei giardini Pereda.

I volumi sono rivestiti con 280.000 dischi in ceramica perlacea che ricordano vagamente i gusci di enormi patelle che incrostano un vascello. Una serie di piattaforme e di grandi aperture vetrate ed una terrazza pensile permettono viste panoramiche sull’oceano Atlantico e sulla città.
La struttura dei singoli gusci è formata da una “gabbia” tridimensionale in acciaio che permette di ottenere un grande spazio interno a pianta libera.

Il blocco occidentale, il più grande dei due, accoglie due piani di spazi espositivi, con una superficie complessiva di 2.500 metri quadrati; le gallerie al livello superiore sono illuminate in modo naturale attraverso un tetto semi-trasparente a tre strati completatto da un sistema frangisole in alluminio. Un volume vetrato collocato al di sotto del “guscio” ovest ospita la hall d’ingresso, un bookshop, un bar, ed il ristorante El Muelle dello chef due stelle Michelin Jesús Sánchez.

Il “lobo” orientale, dedicato a didattica e spettacoli dal vivo, contiene un auditorium multifunzionale da 300 posti e sale per attività educative, laboratori artistici, e per corsi di danza, musica ed altre attività creative. Il Centro Botín comprende anche un cinema-teatro all’aperto da 2.000 posti.

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-site-plan

Centro Botín Center, planimetria generale; immagine: RPBW

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 17

Il Centro Botín visto dai giardini di Pereda; foto © Enrico Cano


Collezione d’arte ed attività

La collezione della Fondazione Botín è dedicata principalmente all’arte contemporanea ed è formata da dipinti, disegni, sculture ed installazioni di importanti artisti internazionali tra cui Miroslaw Balka, Tacita Dean, Carlos Garaicoa, Mona Hatoum, Joan Jonas, Jannis Kounellis, Julie Mehretu, Antoni Muntadas, Gabriel Orozco e Juan Uslé; opere provenienti dalla collezione sono solitamente esposte in mostre temporanee tematiche ospitate nelle sale all’ultimo piano del blocco occidentale.

Il programma del Centro Botín comprende mostre temporanee di arte, sia contemporanea che non, installazioni su commissione, progetti di ricerca ed attività didattiche e di formazione legate ad arti visive, cinema ed arti dello spettacolo.

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop inaugural exhibition

Mostra “Arte en el Cambio de Siglo”, Giugno 2017-Gennaio 2018, vista di una delle sale con opere provenienti dalla collezione permanente della Fondazione Botín di Gabriel Orozco, Fernando Sanchez Castillo, Carlos Irijalba, Paul Graham e Juan Muñoz


Galleria d’immagini – esterni

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 03

Il Centro Botín Center sul lungomare di Santander al tramonto; foto © Enrico Cano, fonte: RPBW

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 09

Una vista zenitale del centro che mostra chiaramente la forma in pianta dei due “lobi”; foto © Enrico Cano fonte: RPBW

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 16

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 19

Il centro visto dal lato mare; foto © Enrico Cano

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 07

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 04

Foto © Enrico Cano

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 08

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 14

Viste notturne dell’edificio di Renzo Piano; foto © Enrico Cano

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop steel frame structure

Un’immagine del centro in corso di costruzione, si noti la struttura “a tunnel” in acciaio dell’edificio; fonte foto: Centro Botín

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop ceramic cladding detail

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 20

Dettagli del rivestimento di facciata ralizzato con 280.000 dischi in ceramica con finitura perlacea; foto © Enrico Cano, fonte: RPBW

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 18

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 21

Alcune immagini delle passerelle e delle terrazze panoramiche che “avvolgono” i due corpi principali dell’edificio; foto © Enrico Cano


Galleria d’immagini – disegni architettonici

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop sketch

Schizzo concettuale di Renzo Piano per il Centro Botín; immagine gentilmente fornita da RPBW

 Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-west-elevation

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-south-elevation

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-east-elevation

Dall’alto in basso: Centro Botín, prospetti est, sud, ovest e nord; immagini: RPBW

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-level-1-plan

Pianta del primo piano; fonte immagine: Centro Botín

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-transverse-section

Centro-Botín-Santander-Renzo-Piano-Building-Workshop-longitudinal-section

Centro Botín, sezioni trasversale e longitudinale; immagini: RPBW


Galleria d’immagini – interrni

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop lobby

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop auditorium

La hall d’ingresso a piano terra e l’auditorium multifunzionale all’interno del blocco ovest; foto © Enrico Cano / Centro Botín

Centro Botín Santander Goya exhibition 2017

Vista della mostra “Ligereza y atrevimiento. Dibujos de Goya”, Giugno – Settembre 2017; foto: Centro Botín

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 06

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop 12

Centro Botín Santander Renzo Piano Building Workshop gallery 1

Viste interne di alcune delle gallerie espositive; foto © Enrico Cano

Immagine di copertina;: il Centro Botín a Santander visto da Calle Muelle de Calderón; foto © Enrico Cano


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4.50 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Articoli su Renzo Piano

Renzo Piano

Renzo Piano


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474