Museo Retico | Sanzeno

via Nazionale, 50, Sanzeno
Trentino-Alto Adige, Italy
Email: uff.beniarcheologici@provincia.tn.it
Telefono: +39 (0)461 492161
Sito web: https://www.cultura.trentino.it/
chiuso: Aperto sabato e domenica pomeriggio da Marzo a fine Ottobre
Tipologia: Archeologia
museo retico Sanzeno Val di Non

Il Museo Retico di Sanzeno, nella provincia di Trento, è un piccolo museo archeologico dedicato alla storia della Val di Non e a quella delle tribù Retiche che un tempo l’abitavano.


Il museo sorge in Val Di Non, una bella valle alpina del Trentino, nei pressi del paese di Sanzeno, a circa 45 chilometri di distanza sia da Trento che da Bolzano, da cui è facilmente raggiungibile in automobile in circa un’ora. Di fronte al museo ha anche inizio una passeggiata di circa due chilometri e mezzo che conduce al celebre santuario medievale di San Romedio, le cui origini risalgono al XII secolo.

Il Museo ha per tema la storia della Val di Non dall’epoca preistorica al periodo medievale, la valle era nell’antichità abitata dal popolo dei Reti, da cui il museo prende il nome.
La collezione è ospitata in un edificio contemporaneo in stile decostuttivista progettato dall’architetto Sergio Giovanazzi e caratterizzato da ampie superfici in calcestruzzo faccia a vista.

La mostra permanente del museo – allestita dall’architetto Maurizio Buffa su un concept di Gianni Ciurletti, Lorenza Endrizzi e Franco Nicolis – è organizzata per temi; il linguaggio è quello di un alfabeto che mixa in modo efficace i  documenti e i reperti  di epoca romana e preromana – statue, sculture, monete, gioielli e ceramiche dal terzo millennio avanti Cristo all’epoca imperiale romana – alternandoli  a video, modelli e pannelli grafici creando un insieme complessivamente coinvolgente fondato sull’equilibrio e il dialogo tra oggetti esposti,  modalità comunicative  e ambiente architettonico.
Il museo è organizzato in sezioni che corrispondono ad un percorso  a spirale a partire dalla quota inferiore, corrispondente al periodo preistorico, per poi salire progressivamente coerentemente al procedere cronologico dei temi. In accordo con questa impostazione gli spazi inferiori sono più bui e maggiormente caratterizzati dall’uso di modelli e contributi multimediali; procedendo, le sale si fanno  progressivamente più aperte e luminose sino al termine del percorso.I materiali più utilizzati sono legno, vetro e acciaio cor-ten preossidato.

Un ruolo importante lo svolgono anche le pareti in calcestruzzo che delimitano gli ambienti, in alcuni casi utilizzate direttamente come supporto grafico. Alcuni elementi scenografici come il “pozzo del tempo” che si trova all’inizio del percorso, o il richiamo alla capanna nella sezione sulla popolazione dei Reti,  contestualizzano le parti espositive e creano coinvolgimento nel visitatore.
L’illuminazione è principalmente di tipo puntuale, affidata a fari direzionali alogeni. Fanno eccezione le lunghe vetrine lineari dei reperti che, attraverso superfici diffondenti determinano un’illuminazione diffusa,quasi da light-box.
Il museo include anche un piccolo centro di documentazione, laboratori didattici ed uno spazio per mostre temporanee.


Immagini

Museo Retico 03

Una video-installazione sull’era glaciale nella Val di Non; foto © Inexhibit

Museo retico 07

La sala sui Reti, il tetto di paglia rievoca la tecnica costruttiva di un’antica capanna retica

Museo-Retico-Sanzeno-04

La Stele di Revò, risalente al terzo millennio avanti Cristo e ritrovata a pochi chilometri di distanza dal museo

Museo-Retico-Sanzeno-09

La maggior parte dei reperti di dimensione minore è contenuta in lunghe vetrine lineari

Museo-Retico-Sanzeno-12

La sala dei reperti di epoca Romana

Museo-Retico-Sanzeno-16

Come dice Indiana Jones / Harrison Ford: “L’archeologia è la ricerca dei fatti…non della verità. Se siete interessati alla verità, il corso di filosofia del Dr. Tyree si tiene in fondo al corridoio”

Museo retico 13

La parte conclusiva della mostra permanente

In copertina: Cover image, l’esterno del Museo Retico di Sanzeno, Trento
Tutte le fotografie © Inexhibit


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3.00 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Musei di archeologia e siti archeologici nel mondo

Musei di archeologia e siti archeologici nel mondo

Musei di archeologia e siti archeologici nel mondo


Altro a Trentino-Alto Adige/Südtirol

Trentino-Alto Adige/Südtirol

Trentino-Alto Adige/Südtirol


copyright Inexhibit 2022 - ISSN: 2283-5474