link sponsorizzato

La sfida (vinta) di DGT per il nuovo Museo Nazionale dell’Estonia

Luogo: Tartu, Country: Estonia
Cliente: Ministero della cultura dell'Estonia
Progetto: DGT architects | Lina Ghotmeh, Dan Dorell, Tsuyoshi Tane
Testo di Federica Lusiardi
Foto dell'edificio Takuji Shimmura
Foto aeree © Arp Karm
Tutte le immagini, courtesy of DGT architects
www.dgtarchitects.com

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-11

La sfida (vinta) di DGT – Dorell.Ghotmeh.Tane / Architects per il nuovo Museo Nazionale dell’Estonia

Il 29 settembre 2016 è stato inaugurato a Tartu il nuovo Museo Nazionale dell’Estonia.
Il progetto dell’edificio, dello studio DGT – Dorell.Ghotmeh.Tane /Architects, con sede a Parigi, è stato il vincitore di un concorso internazionale, bandito nel lontano 2005, al quale hanno partecipato 108 concorrenti.

La genesi di questo progetto è interessante a partire dalla scelta (che possiamo definire coraggiosa) fatta dallo studio DGT in fase di concorso; una scelta che riguarda il luogo su cui si è deciso di realizzare la struttura. Anziché rimanere ancorati al sito proposto dal bando, Dorell.Ghotmeh.Tane, hanno infatti pensato di “riappropriarsi” dell’area occupata da una vicina ex base militare sovietica, concependo il museo come una nuova presenza rigeneratrice da edificare sulle ‘rovine’ del passato.

E’ necessario ricordare che la Repubblica d’Estonia ha raggiunto la sua indipendenza dall’ex Unione Sovietica nel 1991 e che solo dal 2004 è uno Stato membro dell’Unione Europea.
La volontà del Ministero della Cultura Estone, di realizzare un luogo che possa essere testimonianza del ritrovato orgoglio nazionale oltre che di divulgazione della propria storia, si inserisce quindi nel quadro delle riforme sociali, culturali ed economiche intraprese dal Governo.

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-03

estonian-national-museum-site-plan

Museo Nazionale dell’Estonia, planimetria.

estonian-national-museum-elevation-render

Prospetto est

estonian-national-museum-section-render-2

Sezione longitudinale (l’ingresso principale al museo è a sinistra nell’immagine)

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-13

DGT- Dorell.Ghotmeh.Tane, hanno fatto della forza drammaticamente evocatrice del luogo, il punto di forza della loro proposta progettuale. Il campo di aviazione abbandonato su cui sorge il  museo rimanda inevitabilmente alla storia della nazione, e così, il volume parallelepipedo dell’edificio non è altro che la proiezione, e la prosecuzione, della pista di atterraggio, e sulla sua copertura leggermente inclinata – metafora di un volo verso uno spazio nuovo e infinito – è stata ricavata una piazza pensile per le attività all’aperto con vista sul paesaggio circostante.

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-18

estonian-national-museum-underground-floor-plan

Pianta del piano interrato

estonian-national-museum-ground-floor-plan-2

Pianta del piano terra

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-diagrams-01

Schemi dei possibili utilizzi dell’area della ex pista di atterraggio in continuità con il tetto del museo.

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-15

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-17

Racchiuso da un involucro formato da lastre di cristallo texturizzato, il volume si allunga e si infila nel terreno come una sottile lama di ghiaccio nel paesaggio innevato, alzandosi dal lato verso l’ingresso principale per accogliere i visitatori e invitarli ad entrare in profondità, nel cuore del museo.

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-10

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-02

Facade-texture-Estonian-National-Museum-Tartu-DGT-architects

Pattern utilizzato per l’involucro vetrato del museo.

I 34.000 metri quadrati del nuovo museo ospitano una collezione di 140 oggetti: si tratta di una collezione etnografica che rappresenterà la cultura Estone alla riscoperta delle sue origini Ugro Finniche.
Oltre agli spazi per la collezione permanente, il museo comprende aree per mostre temporanee, una black box polivalente, un centro di formazione e una biblioteca, laboratori, archivi, spazi per la conservazione delle opere oltre a tutti i servizi di accoglienza al pubblico.

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-08

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-14

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-12

estonian-national-museum-tartu-dgt-architects-16

Viste interne.

Tutte le immagini, courtesy of DGT architects


link sponsorizzato