Zurigo | L’estensione della Kunsthaus Zürich

Luogo: Zürich , Nazione:Switzerland
Kunsthaus Zürich Modern Art Museum
Kunsthaus Zürich Modern Art Museum
La nuova Kunsthaus Zürich
Progetto: David Chipperfield Architects
Testo di Federica Lusiardi
Foto gentilmente concesse da Kunsthaus Zürich Modern Art Museum.

kunsthaus zurich-monet

Kunsthaus Zürich. Monet e Rodin. Foto © www.jpg-factory.com

L’estensione della Kunsthaus Zürich  | David Chipperfield

La Kunsthaus Zürich Modern Art Museum è un’importante istituzione culturale la cui fondazione risale al XVIII secolo e attualmente vanta una delle collezioni d’arte più importanti d’Europa.
Il percorso permanente spazia dalla pittura tardogotica alla pittura fiamminga, dalla pittura impressionista – con opere di Manet, Monet, Cézanne, van Gogh e Bonnard – all’espressionismo tedesco; dalla  corposa sezione dedicata alle sculture di Alberto Giacometti all’arte contemporanea, rappresentata fra le altre da opere di Tinguely, Beuys e Kiefer.  L’attività espositiva è inoltre annualmente rafforzata dall’allestimento di mostre temporanee di rilievo internazionale.
La Kunsthaus attualmente ha sede in un complesso, che si affaccia sulla Heimplatz adiacente al cuore medievale di Zurigo, formato da nuclei edificati in epoche diverse a partire dal primo, aperto al pubblico nel 1910, progettato dall’architetto Karl Moser, a cui si sono aggiunti ampliamenti successivi: nel 1925 (Karl Moser), nel 1958 (fratelli Pfister) e nel 1976 (Erwin Müller).
La  collezione  e  le mostre temporanee sono ospitate negli spazi dei tre livelli fuori terra, mentre il piccolo piano interrato contiene una sala per conferenze e per proiezioni cinematografiche.

A seguito di un concorso internazionale in due fasi bandito a dicembre del 2007 è stata affidata a David Chipperfield la progettazione dell’ Estensione della Kunsthaus, (la cui inaugurazione è prevista nel 2017), che con l’attuale sede formerà il più grande museo d’arte della confederazione elvetica.

kunsthaus zurich plan

kunsthaus-zurich-zurich tourismus-external view-2

Sopra: schema della sede attuale della Kunsthaus.
Sotto: La Kunsthaus vista da Heimplatz. Photo by Zürich tourismus

kunsthaus-zurich-barockgalerie

Kunsthaus Zürich, Galleria del Barocco – Photo Arthur Faust, © Kunsthaus Zürich

unsthaus-zurich-Georg-Baselitz

Kunsthaus Zürich, Georg Baselitz – Foto © Caroline Minjolle

kunsthaus-zurich-alberto-giacometti

Kunsthaus Zürich, Alberto Giacometti, Works © Succession Alberto Giacometti/2014 ProLitteris, Zurich. Photo © www.jpg-factory.com

chipperfield-zurich kunsthaus extension-view from Heimplatz-2

Estensione della Kunsthaus Zürich. Vista della facciata con il nuovo ingresso.
Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare. © David Chipperfield Architects

Il progetto di David Chipperfield Architects

L’estensione disegnata da Chipperfield è un blocco compatto a pianta quadrata che sorgerà su un lotto situato lungo il margine nord est di Seilergraben;  la sua collocazione determinerà la ri-definizione dello spazio pubblico esistente fra l’attuale sede della Kunsthaus e la nuova.
Il progetto dell’espansione è parte di un sistema espositivo unitario; per questo motivo è prevista la totale ridistribuzione degli spazi della sede esistente, sia per quanto riguarda le sale che per gli ambienti di distribuzione e i servizi al pubblico. Nell’edificio di nuova realizzazione saranno esposte una parte delle collezioni del 19° secolo, la collezione di arte contemporanea, la video arte e la collezione fotografica; ci saranno inoltre spazi per ospitare performance e mostre temporanee; nella sede attuale troveranno spazio le opere più antiche, la collezione Giacometti, la sezione dei disegni e della stampe e altri spazi per allestimenti.

Il nuovo edificio progettato da David Chipperfield, che darà accesso al complesso attraverso una grande hall a tutta altezza illuminata dall’alto e raggiungibile dagli ingressi posti su tre dei lati, si sviluppa su tre piani fuori terra e un interrato, al cui livello avviene anche il collegamento sotterraneo con la sede attuale.
Centrale nella proposta di Chipperfield è la concezione di un sistema organizzato su un asse che crea una connessione tra la sede attuale della Kunsthaus, il nuovo edificio dell’espansione e, a nord di quest’ultimo, il giardino dell’arte pensato come luogo espositivo all’aperto.

kunsthaus expansion project-chipperfield-general plan

kunsthaus expansion-section-chipperfield

Sopra: Extension Kunsthaus Zürich, Planimetria generale.Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare.© David Chipperfield Architects
Sotto: Extension Kunsthaus Zürich. Sezione longitudinale del sistema che mostra il collegamento sotterraneo con l’edificio esistente. Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare © David Chipperfield Architects

kunsthaus-future arrangement

Extension Kunsthaus Zürich. Schema funzionale della nuova Kunsthaus.  Status: 2011, dopo la conclusione del progetto preliminare. Graphics: Büro4, Zurich.

chipperfield-zurich kunsthaus extension-view from Seilergraben

Extension Kunsthaus Zürich. Vista da Seilergraben verso Heimplatz, sulla sinistra la nuova facciata in pietra arenaria. Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare.
© David Chipperfield Architects

chipperfield-zurich kunsthaus extension-rear garden

Extension Kunsthaus Zürich . Vista del “giardino dell’arte” con il secondo ingresso.
Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare © David Chipperfield Architects

I fronti del nuovo edificio sono scanditi dal ritmo costante delle nervature verticali in pietra arenaria – la stessa usata da Karl Moser per il nucleo originario della Kunsthaus – e formano una raffinata texture di layers trasparenti e superfici opache.

chipperfield-zurich kunsthaus extension-entrance hall

Extension Kunsthaus Zürich. Vista della hall d’ingresso. Status: 2011 dopo la conclusione del progetto preliminare © David Chipperfield Architects

Le nuove sale espositive hanno forme e proporzioni diverse e sono state pensate per accordarsi alle necessità di esporre opere di epoca e formato differenti. Le variazioni dimensionali favoriscono l’ ambientazione delle opere oltre a concorrere a un migliore orientamento dei visitatori.

chipperfield-zurich kunsthaus -collection-2

Extension Kunsthaus Zürich. Vista di una delle sale al primo piano. Status: 2011, dopo la conclusione del progetto preliminare.© David Chipperfield Architects


link sponsorizzato


copyright Inexhibit 2023 - ISSN: 2283-5474