sponsored links

Trento | il MUSE di Renzo Piano

Place: Trent, Country: Italy
Committente: Provincia Autonoma di Trento
Concezione museale: Michele Lanzinger
Progetto architettonico: RPBW - Renzo Piano Building Workshop
Progetto dell'allestimento: RPBW, Museo della Scienza di Trento, Natural History Museum London, Land Design Studio


Testi di Federica Lusiardi / Inexhibit
Foto di Riccardo Bianchini / Inexhibit
Tutti i diritti riservati

MUSE museum Trento 02

Vista interna: particolare dello spazio centrale. Foto: inexhibit

Il museo MUSE – Museo delle Scienze di Trento

Il MUSE, Museo delle scienze di Trento, è stato inaugurato a luglio 2013. La missione del Museo è quella di : ”interpretare la natura, a partire dal paesaggio montano, con gli occhi, gli strumenti e le domande della ricerca scientifica, cogliendo le sfide della contemporaneità, invitando alla curiosità scientifica e al piacere della conoscenza per dare valore alla scienza, all’innovazione, alla sostenibilità.”

Il progetto urbanistico
Il MUSE è parte di un contesto urbanistico e paesaggistico frutto di un progetto unitario di riqualificazione dell’ex area industriale Michelin, dismessa negli anni ottanta del secolo scorso e situata a ovest del centro storico di Trento. L’intervento ha ridisegnato un frammento di città, con le sue articolazioni e la sua complessità funzionale: il quartiere ospita destinazioni commerciali, residenziali e di terziario, nonché funzioni di interesse pubblico delle quali il MUSE costituisce la quinta verso nord.

MUSE museum Trento Renzo Piano bird eye view

Vista dall’alto, foto Alessandro Gadotti – Archivio TrentoFutura

Muse Trento aerea

Vista del nuovo quartiere e vista notturna del MUSE. Foto: Alessandro Gadotti – Archivio TrentoFutura

MUSE museum Trento Renzo Piano section 01

Sezione trasversale del museo

L’architettura del museo
Il MUSE si estende su un lotto rettangolare e si articola su cinque livelli fuori terra e due interrati di cui uno occupato dal parcheggio. Dal punto di vista realizzativo va sottolineato il perseguimento di un alto livello di sostenibilità ambientale della costruzione, raggiunto mediante il ricorso diversificato alle fonti rinnovabili e a sistemi ad alta efficienza energetica. Si tratta quindi di un edificio profondamente contemporaneo sia nella concezione che nella realizzazione. La metafora ispiratrice del progetto è quella della montagna, che il gioco dei volumi esterni dichiara attraverso il susseguirsi delle linee inclinate delle falde e delle strutture metalliche di supporto ai pannelli fotovoltaici.

MUSE-museum-Trento-Inexhibit

Muse Trento 01

Renzo Piano at Muse museum Trento

Renzo Piano al MUSE, foto di Massimo Zarucco. Archivio PAT

MUSE museum Trento Renzo Piano ground floor plan

MUSE, pianta del piano terra

Concezione museale e allestimento
La concezione dell’edificio concorre alla creazione di uno spazio interno ibrido e senza chiusure, ricco di stimoli e spazi multifunzionali. Le aree espositive tematizzate a ogni piano (alte vette, natura alpina/clima, geologia, l’uomo/la sostenibilità, storia della vita sulla terra/serra tropicale) si intrecciano con quelle dedicate agli exhibit interattivi, agli spazi ludico-creativi per i visitatori più piccoli e ai laboratori didattici.
I livelli del museo, che dovrebbero essere percorsi a partire dalla sommità dell’edificio scendendo fino al piano espositivo più basso, ruotano attorno al cuore del MUSE, un grande vuoto sul quale si affacciano, che permette in ogni momento la percezione del museo nel suo insieme. Nello spazio a tutta altezza è collocata una gigantesca installazione, di grande potenza visiva, con gli animali tassidermizzati sospesi nel vuoto, disposti secondo livelli che illustrano la distribuzione della fauna alpina.

Muse Museum Trento 08

Muse Museum Trento 08

Viste del vuoto centrale “abitato” dagli animali. Foto: Inexhibit

MUSE Renzo Piano exhibition scheme

Schema logico di allestimento del foyer

L’allestimento segue il principio ispiratore zero gravity, (termine coniato da RPBW) ovvero tutto è disposto al fine di non creare barriere visive o pesantezze formali: tutti i piani di supporto, i monitor, le teche contenenti i reperti e la documentazione fotografica, sono sospesi a cavi fissati al soffitto e al pavimento da cui sono sollevati. Coerentemente con l’impostazione l’esito è un luogo luminoso e socializzante che invita alla scoperta.Questa tensione alla continuità dei percorsi tuttavia genera, nel caso ad esempio degli spazi cosiddetti immersivi , qualche difficoltà di percezione dovuta al brusio di fondo che l’assenza di separazioni fisiche dalle aree creative più frequentate produce. La serra tropicale, obbligatoriamente separata dal resto del percorso per esigenze tecniche e climatiche, permette di immergersi in un contesto affascinante.
Di particolare qualità sono gli spazi destinati alla didattica: spazi gioco, workshops, laboratori e aree di dimostrazione scientifica.

MUSE-Science-Museum-Trento-gallery-01

MUSE-Science-Museum-Trento-gallery-02

Viste di alcuni degli spazi allestiti con i supporti e gli oggetti appesi ai cavi. Foto: Inexhibit

MUSE-Science-museum-Trento-ragazzo preistorico

Una delle sculture che riproducono gli abitanti delle Alpi in epoca preistorica. Foto: Inexhibit

Muse Museum Trento 06

Vista della serra tropicale. Foto Inexhibit


Dov'é? Trovalo su MYMUSEM
MUSE – Museo delle scienze di Trento
MUSE Trento Museo delle Scienze Science Museum

Il MUSE è stato inaugurato a Trento nel 2013.Il museo delle scienze presenta i suoi contenuti in stretta relazione con l’edificio, progettato da Renzo Piano.



Tutti gli articoli su Renzo Piano

Renzo Piano

Renzo Piano


Di più su Trentino-Alto Adige/Südtirol

Trentino-Alto Adige/Südtirol

Trentino-Alto Adige/Südtirol

sponsored links