Palazzo Altemps, Roma

Piazza di S. Apollinare, 46, Roma
Lazio, Italy
chiuso il: chiuso tutti i lunedì, il 1 gennaio e il 25 dicembre
Tipologia: Arte

Palazzo Altemps a Roma è un bel palazzo tardo-quattrocentesco sede di un museo di scultura classica, parte del Museo Nazionale Romano.


Storia e architettura
Palazzo Altemps è un grande palazzo rinasciementale situato all’estremità occidentale dell’antico Campo di Marte, nei pressi di lungotevere Marzio.
Il palazzo fu originariamente edificato nella seconda metà del Quattrocento per volontà di Girolamo Riario, Signore di Imola, su progetto attribuito a Melozzo da Forlì.
Il progetto del bel cortile tardo rinascimentale, aggiunto qualche anno dopo dal nuovo proprietario del palazzo, il cardinale Francesco Soderini, è attribuito ad Antonio da Sangallo il Vecchio.
Nel 1568, la proprietà passò al cardinale austriaco Mark Sittich von Hohenems Altemps (comunemente italianizzato in Marco Sittico Altemps) che ampliò ulteriormente l’edificio e vi trasferì le sue collezioni di antichità e libri rari.
Acquistato dallo Stato Italiano nel 1982, il palazzo venne poi convertito in museo e aperto al pubblico nel 1997.

Palazzo-Altemps-Rome

Palazzo Altemps, Roma, vista del cortile Rinascimentale il cui disegno è comunemente attribuito ad Antonio da Sangallo il Vecchio. Foto Frederik Debrabandere.


Collezione e opere in mostra
La collezione d’arte antica esposta a Palazzo Altemps, frutto dell’unione di varie collezioni private romane, è principalmente composta da sculture greche e romane – statue, bassorilievi, statuette e sarcofagi.
Le opere sono esposte all’interno delle sale riccamente decorate del palazzo, creando così un affascinante dialogo tra scultura antica e architettura rinascimentale.
Tra i pezzi più importanti in mostra vi sono il Trono Ludovisi (II secolo a.C., copia romana da originale greco), Oreste ed Elettra (II secolo a.C.), l’Ares Ludovisi (II secolo a.C. copia romana di un originale greco), la Era Ludovisi (I secolo d.C, statua romana), il Galata Suicida (II secolo d.C., copia romana da originale ellenistico) e l’Atena Parthenos (I secolo a.C., copia greca dell’originale di Fidia, oggi perduto).
Oltre alla collezione scultorea vale la pena ricordare anche l’apparato decorativo del palazzo, che comprende tra l’altro notevoli affreschi del pittore manierista Antonio Viviani.

Completamente accessibile ai disabili, il museo comprende anche spazi per mostre temporanee e un bookshop.

Palazzo Altemps Rome interior view

Palazzo Altemps, vista interna; foto Blubrando.

Palazzo Altemps Rome portico

Il portico a piano terra. Foto Dvdbramhall.

Palazzo Altemps Roma Classical sculpture 2

La colossale testa marmorea della dea Era, nota come Era Ludovisi o Giunone Ludovisi, primo secolo dopo Cristo; foto Patrick Rasenberg.

Palazzo Altemps classical sculpture museum Rome interior

La “Sala del Galata” durante la mostra “Fornasetti a Palazzo Altemps”, 2018; © Electa, foto S. Castellani.

In copertina: il cortile principale di Palazzo Altemps a Roma © Electa, fotografia di S. Castellani.

Palazzo Altemps Roma museo di scultura antica

Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,50 out of 5)
Loading...


link sponsorizzato


More in Roma

Roma

Roma




copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474