Nasher Sculpture Center, Dallas – Renzo Piano

2001 Flora St., Dallas
Texas, United States
Email: info@nashersculpturecenter.org
Telefono: +1 214.242.5100
Sito web: https://www.nashersculpturecenter.org/
chiuso: tutti i lunedì, 1 gennaio, Giorno del Ringraziamento e 25 dicembre
Tipologia: Arte
Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano

Il Nasher Sculpture Center è un museo d’arte e un centro studi situato nell’area ‘Arts District’ a Dallas in Texas. Inaugurato a ottobre del 2003, il centro è stato creato per esporre al pubblico la collezione di sculture di Raymond e Patsy Nasher ed ha sede in un edificio di 5.600 metri quadrati disegnato da Renzo Piano circondato da un bel giardino di sculture esteso su mezzo ettaro.

In copertina: il Nasher Sculpture Center a Dallas con la scultura “Eviva Amore” (sic) di Mark di Suvero (2001) in primo piano. Foto Tim Hursley.

Architettura
Il Nasher Sculpture Center occupa un lotto rettangolare nel centro di Dallas, nei pressi di altre istituzioni culturali come il Dallas Museum of Art, il Meyerson Symphony Center, la Winspear Opera House e il Perot Museum of Nature and Science.
L’edificio, disegnato da Piano, è costituito da cinque “gallerie” parallele coperte da volte a botte, che a piano terra ospitano lo spazio espositivo principale del museo, una caffetteria, un negozio e uffici mentre una sala espositiva più piccola, laboratori, spazi didattici e un auditorium da 180 posti sono collocati al piano semi-interrato.
Le gallerie sono coperte da un tetto traslucido appoggiato su lunghe pareti rivestite in travertino. La copertura è stata realizzata con lastre curve in vetro sormontate da un ingegnoso sistema frangisole costituito da pannelli forati in alluminio pressofuso che, per proteggere le opere d’arte in esposizione da un’illuminazione eccessiva, permettono alla luce diretta di entrare nell’edificio solo da nord. Grandi finestrature perimetrali offrono ampie viste sul giardino di sculture e sul panorama urbano di Downtown Dallas; inoltre, la mobilità di alcune delle pareti vetrate del centro consente di mettere in connessione diretta lo spazio interno del museo con il suo giardino, permettendo così di organizzare eventi che si svolgono contemporaneamente all’interno e all’esterno dell’edificio.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, exterior 3

Vista ravvicinata della facciata nord-ovest del Nasher Sculpture Center. Fonte immagine: Charles Sparks + Company. 

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, site plan

Nasher Sculpture Center, planimetria generale; l’edificio principale del museo, costituito da cinque corpi paralleli, è sulla destra mentre il giardino di sculture si trova sulla sinistra. Immagine: Renzo Piano Building Workshop.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, entrance area

Nasher Sculpture Center, la zona d’ingresso. Foto Thomas Hawk.

Scrive Renzo Piano: “Secondo le richieste del committente, il museo doveva essere un luogo tranquillo – un oasi in mezzo a grattacieli. Lo scopo del progetto è stato quindi quello di creare un giardino-museo che stupisse la città da un punto di vista allo stesso tempo sociologico e antropologico (come se un sito archeologico fosse stato imporvvisamente scoperto nel cuore di una metropoli moderna)”.

Circondato da muretti in travertino, il giardino è un idilliaco spazio verde posto nel cuore di Dallas, nel quale 25 sculture della collezione del Nasher sono esposte a rotazione in mezzo a cedri del libano, quercie, pini calabri, salici piangenti e bambù.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, garden 4

L’area gradonata che collega il piano semi-interrato del museo con il giardino di sculture. Immagine: Studio Terpeluk.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, garden 3

Una vista del giardino con le sculture: “Elliptical column” di Tony Cragg in primo piano e “Three Bollards” di Alexander Calder sullo sfondo. Immagine: PWP Landscape Architecture.

Nasher Sculpture Center Dallas, garden, Barbara Hepworth

La fontana del giardino e l’opera “Squares with Two Circles (Monolith)” di Barbara Hepworth (1963). Foto Jpellgen.

Collezione, mostra permanente ed eventi in programma
La collezione del Nasher è formata da oltre 300 sculture di alcuni tra i maggiori artisti moderni e contemporanei, tra i quali Alexander Archipenko, Alexander Calder, Willem de Kooning, Mark di Suvero, Jean Dubuffet, Alberto Giacometti, Jasper Johns, Anish Kapoor, Ellsworth Kelly, Henri Matisse, Joan Miró, Henri Moore, Pablo Picasso, Auguste Rodin, Richard Serra e James Turrell, tra altri.  Opere della collezione vengono esposte a rotazione in mostre temporanee e nel giardino del museo.

Oltre alle mostre temporanee di arte, design e architettura – tra cui mostre specificatamente pensate per promuovere artisti giovani ed emergenti – il programma di attività del centro comprende anche attività didattiche, laboratori per bambini e scolaresche, letture, concerti ed eventi speciali. Il Nasher Sculpture Center è completamente accessibile ai disabili.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, interior 1

Una delle gallerie voltate che formano lo spazio espositivo principale a piano terra; in primo piano: l’opera Midsummer Circles (1993) di Richard Long. Foto: Tim Hursley.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, underground level gallery

La piccola sala espositiva al piano interrato. Fonte foto: Studio Terpeluk.


Galleria d’immagini

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, exterior

L’edificio del Nasher Sculpture Center visto dal giardino.Immagine gentilmente concessa da Renzo Piano Building Workshop.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, aerial view

Vista a volo d’uccello dell’Arts District di Dallas; il Nasher Sculpture Center occupa il lotto rettangolare al centro dell’immagine. Fonte foto: Studio Terpeluk.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, ground floor plan

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, site sections

Pianta del piano terra e sezioni generali. Fonte immagini: Charles Sparks + Company. 

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, cross section

Sezione trasversale di una della gallerie e della sua copertura a botte. Immagine: Charles Sparks + Company. 

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, sun shading system 3

Il sistema frangisole posto sul tetto visto dall’esterno. Fonte foto: Terpeluk.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, sun shading system 2

Il sistema frangisole visto dall’interno. Foto: Leonel Ponce.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, roof and sun shading system 1

Schema della copertura del museo. Fonte immagine: Studio Terpeluk.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, auditorium

L’auditorium collocato al piano semi-interrato del museo.

Nasher Sculpture Center Dallas, garden, Richard Serra

L’opera scultorea “My Curves Are Not Mad” di Richard Serra (1987) installata nel giardino del museo. Foto: Jpellgen.

Nasher Sculpture Center Dallas, TX, Renzo Piano, exterior 1

Vista esterna con l’installazione “The Long Night (From Ausias March to Vincent Andrés Estellés)” di Jaume Prensa (2003). Immagine per gentile concession del Nasher Sculpture Center, Dallas.


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4.00 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Articoli su Renzo Piano

Renzo Piano

Renzo Piano


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474