Museo M+, Hong Kong – Herzog & de Meuron

West Kowloon Cultural District, 38 Museum Drive, Kowloon, Hong Kong
Hong Kong
chiuso: lunedì
Tipologia: Arte
M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron architects, facade on Victoria Harbor

M+ è un museo di arte contemporanea, design e cultura visiva situato a Hong Kong.
L’edificio è stato disegnato dallo studio svizzero Herzog & de Meuron.
Aperto il 12 novembre 2021 nel distretto culturale di West Koolong, il museo è il più grande al mondo esclusivamente dedicato alle arti visive asiatiche moderne e contemporanee.

Sopra: il fronte sud del Museo M+ affacciato sul Victoria Harbor a Hong Kong; foto Virgile Simon Bertrand.

Architettura
Esteso su una superficie di 65.000 metri quadrati, l’edificio del M+ (che va letto come ‘museum plus’) è formato da una grande piastra orizzontale e un sottile parallelepipedo verticale. La piastra contiene la maggior parte degli spazi aperti al pubblico – compresi 17.000 metri quadrati di spazi espositivi suddivisi in 33 sale, tre cinema, una mediateca, un centro educativo e un giardino pensile affacciato sulla zona portuale di Victoria Harbour – mentre il corpo verticale contiene gli uffici del museo, un centro ricerche e tre ristoranti.
La facciata di 116×65 metri, affacciata sul mare, è equipaggiata con 5.664 tubi led che la trasformano in uno degli schermi multimediali più grandi al mondo.

Il grande complesso, vagamente piranesiano, al piano interrato del M+, e il progetto strutturale dell’edificio, che è sostenuto da cinque enormi travi reticolari in acciaio, sono una risposta ingegnosa alla presenza del tunnel autostradale sotterraneo che conduce all’aereoporto cittadino e che corre trasversalmente sotto museo. Mentre le travi di fondazione sono in metallo, il resto della struttura portante dell’edificio, complessivamente di diciotto piani, è stata realizzata in calcestruzzo armato.
“Perchè l’arte entri nella vita quotidiana di una città come Hong Kong, è necessario che vi arrivi dal basso, dalle fondamenta, il nostro progetto per M+ fa proprio questo: emerge letteralmente dal sottosuolo della città” Jacques Herzog, Herzog & de Meuron.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, exterior 2

Museo M+, vista del lato ovest; foto gentilemente fornita da M+.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, basement 2

Il livello sotterraneo (sulla destra dell’immagine) visto dalla hall d’ingresso; foto Kevin Mak.

Le facciate del museo sono rivestite con 423.000 pannelli corrugati in terracotta smaltata, realizzati appositamente nel Chianti da un laboratorio specializzato.  Caratterizzato da una finitura semilucida di colore verde scuro, che riflette il paesaggio circostante, il rivestimento esterno del M+ è anche un chiaro riferimento ai tradizionali tetti cinesi in ceramica.

A rispecchiare la natura multidisciplinare della sua collezione e delle sue attività, l’edificio del M+ offre un insieme diversificato di ambienti espositivi, che spaziano dai classici “white cube” a sale completamente buie per installazioni video e multimediali, da spazi flessibili e multifunzionali a enormi sale in calcestruzzo a vista chiamate “spazi  industriali”.
Questo insieme variegato di spazi accoglie la collezione permanente del museo, mostre temporanee, installazioni site-specific su commissione, performance dal vivo e proiezioni cinematografiche.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, interior

Una vista dell’interno del museo con, sulla destra, alcuni dei pannelli tubolari in ceramica verde smaltata che formano parte del rivestimento esterno del museo; foto Kevin Makper gentile concessione di Herzog & de Meuron.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, lobby

La hall d’ingresso; foto Kevin Mak / Herzog & de Meuron.

Collezioni
Il museo ospita quattro collezioni: la Collezione M+, la Collezione M+ Sigg, la Library Special Collection, e la Collelzione Archivio.

La Collezione M+ è interdisciplinare per natura e copre vari ambiti, tra cui design, architettura, cinema e arti visive; benchè includa anche lavori di artisti e progettisti internazionali, la collezione è dedicata in particolare all’ambito cinese e, più in generale, a quello asiatico.

Nata della raccolta privata del magnate svizzero Uli Sigg, la Collezione Sigg è una delle maggiori al mondo esclusivamente dedicate all’arte contemporanea cinese. La collezione comprende circa 1.500 opere – tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e lavori multimediali – realizzate tra il 1972 e il 2012 da molti tra i principali artisti contemporanei cinesi, tra cui  Geng Jianyi, Weng Fen, Peng Wei, Zhang Xiaogang, Yue Minjun, Liu Wei e Ai Weiwei.

La Library Special Collection è formata da libri d’arte, fumetti, grafica, riviste e manoscritti realizzati in Cina dagli anni Dieci del Novecento fino ad oggi.

La Collezione Archivio contiene una grande quantità di documenti che testimoniano e narrano il processo creativo degli artisti e designer rappresentati nelle collezioni del museo M+.

Programma di eventi e attività
Il programma di M+ comprende mostre temporanee, eventi speciali, performance teatrali, concerti, proiezioni cinematografiche, incontri, conferenze, presentazioni, visite guidate, laboratori e attività didattiche per le scuole e la comunità locale.

Completamente accessibile ai disabili, l’edificio del M+ ospita anche un bookshop, tre ristoranti e una caffetteria.

M+ Museum Hong Kong, gallery

Una delle sale espositive ospitate nella piastra orizzontale; foto Kevin Mak.

Antony Gormley, Asian Field 2003, M+ Museum Hong Kong

L’opera “Asian Field 2003” di Antony Gormley; un’installazione composta da 210.000 figurine in terracotta e realizzata nel 2015.

M+ Museum Hong Kong, Young-Hae, crucifix

L’opera “Crucified TVS – Not a Prayer in Heaven” di Young-Hae Chang Heavy Industries; foto Kevin Mak.


Galleria d’immagini

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, level 2

Atrio e spazi espositivi al secondo piano del museo con la scala elicoidale che porta alla terrazza e al giardino pensile ; foto Kevin Mak.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, plans

Piante del secondo e terzo piano; immagine Herzog & de Meuron.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, section

Sezione trasversale. 1 – Found Space, 2 – Industrial Space, 3 – Atrio d’ingresso,  4 – Spazi espositivi, 5 – Caffetteria, 6 – Centro Ricerche, 7 – Centro Curatoriale, 8 – Spazio Curatoriale, 9 – Salone privato, 10 – OACF, 11 – Spazi commerciali e ristoranti, 12 – Deposito opere d’arte, 13 – Laboratorio di restauro, 14 – Strada; 15 – Tunnel, 16 – Impianti, 17 – Giardino pensile, 18 – Viale, 19 – Lungomare, 20 – Parcheggio. 

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, diagram

M+, schema della circolazione del pubblico; immagine Herzog & de Meuron.

M+ Museum Hong Kong, roof garden

Sul tetto del corpo orizzontale si trova un giardino pensile affacciato sulla zona portuale di Victoria Harbour.

M+ Museum Hong Kong, Herzog & de Meuron, exterior

Una vista notturna del museo, foto Kevin Mak.


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4.00 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Articoli su Herzog & de Meuron

Herzog & de Meuron

Herzog & de Meuron


copyright Inexhibit 2022 - ISSN: 2283-5474