La spirale di Bjarke Ingels Group per il Museo Audemars Piguet, in Svizzera

Route de France 18, Le Brassus
Canton Vaud, Switzerland
chiuso: aperto da lunedì a venerdì, prenotazione obbligatoria
Tipologia: Arti decorative ed artigianato
Musée Atelier Audemars Piguet, Le Brassus, Switzerland, Bjarke Ingels Group 01

Museo Atelier Audemars Piguet, Le Brassus, Svizzera
progetto di BIG,  Bjarke Ingels Group

Il Musée Atelier Audemars Piguet è un museo dell’orologeria situato nel villaggio di Le Brassus, nel Cantone di Vaud, in Svizzera. Il nuovo museo è stato progettato dallo studio di architettura danese BIG-Bjarke Ingels Group.

Copertina: vista del nuovo Museo Atelier Audemars Piguet, progettato da BIG-Bjake Ingels Group, sulla sinistra, e sulla destra lo storico edificio dell’azienda realizzato nel  1868.
Foto © Iwan Baan.

Architettura
Situato non lontano dal Lac du Joux, e circondato dal magnifico scenario naturale della Vallée de Joux, il museo è di proprietà della prestigiosa azienda di orologeria svizzera Audemars Piguet  che, con la costruzione del museo, intende presentare al pubblico la storia dell’azienda, dalla sua fondazione ai giorni nostri, nel contesto del 200 anni di tradizione orologiaria della valle. Il nuovo museo è adiacente alla sede storica – nota come Maisons des Fondateurs (Casa dei Fondatori) – nella quale Audemars Piguet iniziò la sua attività nel lontano 1875.

La particolare forma a spirale dell’edificio e i materiali scelti dai progettisti – vetro, acciaio, ottone e pietra naturale – sono ispirati all ‘”architettura degli orologi”, come afferma lo stesso Bjarke Ingels: “L’orologeria come l’architettura è l’arte di infondere nei metalli e nei minerali energia, movimento, intelligenza e misura, per dar loro vita e raccontare il tempo”.
In modo del tutto non convenzionale, il tetto verde dell’edificio è sostenuto da 108 pannelli di cristatto curvato dell spessore di 12 centimetri; un frangisole in rete di ottone si sovrappone esternamente alla superficie vetrata per regolare la quantità di luce diurna all’interno del museo.

 

Musée Atelier Audemars Piguet, Le Brassus, Switzerland, Bjarke Ingels Group, aerial view

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, aerial view

Musée Atelier Audemars Piguet, Le Brassus, Switzerland, Bjarke Ingels Group 2

Viste aeree e vista esterna del museo. Foto © Iwan Baan.

La collezione permanente e il percorso di visita del Museo Atelier Audemars Piguet
Progettata da Atelier Brückner, la mostra permanente del Muso Atelier Audemars Piguet presenta circa 300 pezzi – per lo più orologi da polso, da tasca e con suoneria – molti dei quali estremamente rari e complessi. Una sezione della mostra è interamente dedicata al design degli orologi di Audemars Piguet, dalla Belle Epoque ad ogg,i mentre una terza galleria, chiamata The Atelier  (il laboratorio) illustra le tecniche di produzione, le abilità artigianali e decorative necessarie per produrre gli orologi di lusso dell’azienda svizzera.

La visita segue un percorso a doppia elica che inizia dallo spazio dedicato alle origini dell’industria orologiera nella Valle di Joux, converge in un punto centrale, nel quale vengono presentati gli spettacolari orologi di grande complessità, per i quali Audemars Piguet è rinomata in tutto il mondo, per poi tornare verso l’atrio attraversando le gallerie dedicate alla  realizzazione degli orologi seguendo un secondo percorso a spirale, che si affianca a quello di andata.  BIG ha probabilmente immaginato questo schema spaziale per richiamare il concetto di circolarità del tempo, e per evocare visivamente la forma della molla a spirale di un orologio meccanico.
Oltre alle gallerie espositive permanenti il complesso museale contiene anche un piccolo cinema, una galleria per mostre temporanee e uno spazio per mostre di arte contemporanea.

Musée Atelier Audemars Piguet, exhibition diagram

Musée Atelier Audemars Piguet, plan

Diagramma e pianta della mostra permanente del museo. Immagini per gentile concessione di Atelier Brückner.

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, permanent exhibition gallery 3

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, permanent exhibition gallery 5

La galleria centrale del museo presenta una selezione di orologi Audemas Piguet detti “grand complication” . Foto  © Iwan Baan.

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, Ateliers

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, Ateliers 3

Vista della galleria /laboratorio intitolata “Metier d’Art”, dove i visitatori possono osservare gli orologiai di Audemars Piguet’ all lavoro.


Museo Atelier Audemars Piguet Museum  –  descrizione del progetto
(post pubblicato nel 2016)

L’azienda svizzera Audemars Piguet, produttrice di orologi di lusso, ha scelto BIG – Bjarke Ingels Group per l’espansione dello storico quartier generale. Il nuovo padiglione di 2.400 metri quadrati sarà un landmark nel paesaggio.
Circondato dalle botteghe storiche a Le Brassus, nel cuore di La Vallée de Joux, il nuovo museo  sarà anche l’ elemento di connessione fra gli edifici esistenti.
BIG ha progettato un padiglione a forma di spirale lungo il quale verrà raccontata la storia dell’azienda, legando vecchio e nuovo e guidando il visitatore attraverso una sequenza lineare di spazi ed eventi, dall’ingresso attraverso i saloni, le gallerie e i laboratori, fino alla soffitta dell’ edificio storico, nell’officina dove tutto ebbe inizio.

big - museum piguet cover

Afferma Bjarke Ingels – fondatore di BIG:
“L’ Orologeria come l’architettura è l’arte di dar vita alla materia inanimata con l’ intelligenza.
Diversamente dalla maggior parte delle macchine e degli edifici di oggi, che soffrono di uno scollamento tra il “corpo e la mente”, l’hardware e il software, per la Maison des Fondateurs abbiamo cercato di far interagire la geometria e le prestazioni, la forma e la funzione, lo spazio e la struttura, l’interno e l’esterno con una forma simbolica ed evocativa”.

Le spirali intrecciate risolvono uno dei temi cardine posti dal programma funzionale.
La struttura narrativa della Maison prevede un susseguirsi di gallerie e laboratori, mentre la logistica dell’azienda richiede laboratori interconnessi. Avvolgendo la sequenza di spazi in una doppia spirale i tre workshop sono adiacenti e formano una sola area di lavoro continuo, circondato dalle gallerie espositive.
Il tetto del padiglione è concepito come un unico foglio di metallo – una struttura in acciaio rivestito in ottone – continuo ma ondulato in sezione per creare le serie di aperture che permettono il passaggio della luce del giorno e garantiscono l’affaccio verso l’esterno alle esposizioni. Verso la fine del percorso la doppia spirale interseca l’edificio del museo esistente fornendo l’accesso agli spazi al piano inferiore e alla soffitta.

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, permanent exhibition gallery 1

Musée Atelier Audemars Piguet, BIG, permanent exhibition gallery 4

Musée Atelier Audemars Piguet, Le Brassus, Switzerland, Bjarke Ingels Group 3

Sopra: due viste degli spazi espositivi e vista a volo d’uccello del complesso museale.
Foto © Iwan Baan.

 BIG – Bjarke Ingels Group è uno studio di architetti e designer con sede a Copenaghen e New York, che opera nei settori dell’architettura, dell’urbanistica, della ricerca e dello sviluppo.
BIG Bjarke Ingels Group è guidata da otto partner: Bjarke Ingels, Andreas Klok Pedersen, Finn Nørkjær, David Zahle, Jakob Lange, Thomas Christoffersen e Managing Partners, Sheela Maini Søgaard e Kai-Uwe Bergmann. Con un team internazionale di oltre 200 persone, BIG lavora su progetti in un ampio spettro di settori e in più di 20 paesi in tutto il mondo.  www.big.dk

big - museum piguet 01

Audemars Piguet è il più antico produttore di alta orologeria ancora nelle mani delle famiglie fondatrici (Audemars e Piguet). Dal 1875 l’azienda ha scritto alcuni dei più bei capitoli della storia dell’Alta Orologeria. Nella Vallée de Joux, nel cuore del Giura svizzero, vengono creati  capolavori in serie limitate che incarnano un notevole grado di perfezione orologiera, tra cui  modelli sportivi, orologi classici e tradizionali, splendidi orologi-gioiello da donna, nonché  creazioni uniche. Il famoso Royal Oak ottagonale del 1972, il primo orologio di lusso realizzato in acciaio inossidabile, è ampiamente riconosciuto come una delle innovazioni più importanti dell’orologeria.

Il nuovo  Musée Atelier Audemars Piguet, progettato da BIG – Bjarke Ingels Group, con la storica “Maison des Fondateurs” sullo sfondo. Foto © Iwan Baan.


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


Articoli su BIG – Bjarke Ingels Group

BIG – Bjarke Ingels Group

BIG – Bjarke Ingels Group


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474