Kimbell Art Museum – Fort Worth

3333 Camp Bowie Boulevard , Fort Worth
Texas, United States
Telefono:+1 817-332-8451
Website: https://www.kimbellart.org/
chiuso il: Lunedì. 4 Luglio, Thanksgiving, Natale e Capodanno
Tipologia: Arte

Il Kimbell Art Museum è un museo di arte a Fort Worth,Texas, celebre sia per la sua collezione che per la sua architettura, disegnata da Louis Kahn e Renzo Piano.

Il museo è stato fondato nel 1966, il suo edificio originario, progettato dall’architetto americano di origine estone Louis Kahn, venne inaugurato nel 1972; in seguito, un’espansione di 8.000 metri quadri, disegnata da Renzo Piano, venne completata nel 2013.

kimbell-art-museum-fort-worth

Gli edifici di Piano (a sinistra) e di Kahn (a destra); foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-art-museum-fort-worth-architectural-model


sponsored links

Modello in scala del complesso del Kimbell Art Museum con l’edificio di Kahn sulla sinistra ed il padiglione di Piano a destra; foto da Notes from the West

kimbell-museum-fort-worth-site-plan

Planimetria del sito, fonte RPBW

L’edificio di Louis Kahn
Louis Khan venne incaricato del progetto dell’edificio principale del Museo Kimbell il 5 ottobre 1966. La sua idea era di creare un museo che fosse sia “monumentale” che adattato al contesto ed al clima locali, che potesse essere illuminato in modo naturale ed agevolmente espandibile in futuro.
La soluzione pensata dall’architetto americano prese la forma di una sequenza di gallerie modulari parallele, coperte da volte a botte lunghe 30 metri ciascuna sostenuta da una coppia di pilastri ad ogni estremità; tra una galleria voltata e la successiva, vi sono degli spazi espositivi più piccoli ed a tetto piano, chiamati side galleries.
Ogni volta a botte è in realtà costituita da due lunghe travi in calcestruzzo precompresso sagomate a quarto di cerchio. Al colmo di ogni volta una lunga fessura, accoppiata a due elementi riflettenti curvi, trasmette e diffonde l’intensa luce diurna del Texas all’interno delle gallerie. Alcune di queste sono interrotte da corti quadrate, mentre due gallerie sono aperte su un lato a formare il portico d’ingresso del museo.

A piano terra, l’edificio di Kahn accoglie la hall d’entrata, gli spazi espositivi, un auditorium ed una caffetteria, mentre il piano interrato contiene uffici, depositi, e la biblioteca, illuminata in modo naturale attraverso una serie di pozzi di luce.

Molti elementi nell’edificio – come l’uso della volta a botte e del travertino per i rivestimenti, l’adozione di una sorta di versione lineare dell’oculus del Pantheon come fonte di illuminazione naturale e l’introduzione di piccoli specchi d’acqua e di cortili intorno e all’interno dell’edificio – rivelano quanto, nel concepire il museo, Kahn fosse stato influenzato da quella Architettura Romana che aveva così tanto ammirato durante il suo soggiorno in Italia del 1950, come architect in residence presso la American Academy di Roma.

kimbell-museum-louis-kahn-building-exterior-1

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-2

Edificio Kahn, foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-roof-plan-sketch-2

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-wall-section

Schizzo planimetrico di Louis Kahn e sezione di dettaglio, fonte University of Pennsylvania

kimbell-museum-louis-kahn-building-exterior-3

kimbell-museum-louis-kahn-building-interior-1

Vista esterna con una delle vasche d’acqua che circondano l’edificio Kahn e vista interna dello spazio della caffetteria; la seconda immagine mostra assai bene come le volte a bott, lunghe 30 metri, siano sostenute solo da una coppia di pilastri ad ogni estremità; foto di Bill Lile 

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-gallery-1

Una delle gallerie a volta, foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-1

Una “side gallery”, foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-gallery-5

Interno dell’edificio Kahn, il sistema di diffusione della luce naturale è chiaramente visibile al centro della volta, foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-museum-louis-kahn-building-courtyard

Uno dei cortili interni dell’edificio Kahn, foto di Julie Delio

Il Padiglione di Renzo Piano
Nel primi anni Duemila, diventò evidente che le collezioni e le attività del museo stavano crescendo ad un ritmo che avrebbe presto reso insufficiente l’edificio di Kahn a contenerle per intero.
In conseguenza, Renzo Piano, che tra l’altro era stato allievo di Kahn a Filadelfia negli anni ’60, venne incaricato di progettare un’espansione destinata ad accogliere una nuova hall d’ingresso, sale per mostre temporanee, spazi didattici, un’estensione della biblioteca, un auditorium da 298 posti, una caffetteria, un bookshop ed un parcheggio interrato.

Il progetto sviluppato da Piano richiama in modo sottile quello di Kahn, soprattutto nello schema planimetrico e nell’uso intensivo dell’illuminazione naturale, ma in un edificio molto più trasparente e “leggero” da un punto di vista visivo.

Completato nel 2013, il nuovo padiglione è composto da due parti, un volume frontale che accoglie l’ingresso e due gallerie espositive, ed una ala posteriore che contiene una terza galleria, l’auditorium e un insieme di spazi didattici; le due parti sono collegate una all’altra da due maniche vetrate.

Il nuovo edificio è principalmente realizzato in calcestruzzo, legno, metallo e vetro – con quattro pilastri quadrati in calcestruzzo che supportano una serie di travi in legno, ed una “copertura intelligente”, simile ad altre progettate da Piano, che fornisce e regola l’illumninazioen naturale degli spazi espositivi attraverso un sistema composto da lastre in vetro, tessuto elastico e frangisole regolabili in alluminio.

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-exterior-1

Kimbell Art Museum, Piano Pavilion, facciata sud, foto © Nic Lehoux

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-ground-floor-plan-2

Piano Pavilion, pianta di piano terra, fonte RPBW

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-exterior-2

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-exterior-3

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-exterior-4

Viste esterne del padiglione; foto © Nic Lehoux

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-section-1

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-section-2

Sezione complessiva e sezione trasversale, fonte RPBW

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-interior-1

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-interior-2

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-auditorium

Viste interne delle gallerie per le mostre temporanee e dell’auditorium del padiglione di Piano, foto © Nic Lehoux

La collezione
La collezione permanente del Museo Kimbell non è volutamente particolarmente vasta – comprende circa 350 opere – principalmente dipinti, sculture ed oggetti di arte decorativa, realizzati dal Terzo millennio avanti Cristo sino alla metà del XX secolo – ma tutti i suoi pezzi sono della massima qualità artistica.

La raccolta copre cinque aree tematiche: Arte Antica, Arte Europea, Arte Asiatica, Arte Precolombiana, ed Arte di Africa ed Oceania.

La sezione dedicata all’arte europea è particolarmente significativa e comprende capolavori di  Duccio da Buoninsegna, Beato Angelico, Tiziano, Giovanni Bellini, Lucas Cranach il Vecchio, Parmigianino, Caravaggio, Annibale Carracci, Gian Lorenzo Bernini, Canaletto, Bernini, Tiepolo, Canova, El Greco, Poussin, Velázquez, Rubens, Rembrandt van Rijn, Goya, Corot, Monet, Pissarro, Cézanne, Gauguin, Braque, Munch, Picasso, Miró, Mondrian, Matisse ed Henry Moore, insieme ad altri.
Il Kimbell è inoltre l’unico museo negli Stati Uniti a possedere un dipinto di Michelangelo, il Tormento di Sant’Antonio, realizzato intorno al 1487.

Opere dalla collezione vengono esposte a rotazione nelle gallerie riservata alla mostra permanente.

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-gallery-6

Kimbell-museum-Fort-Worth-Louis-Kahn-building-gallery-7

Kimbell Art Museum, viste delle sale della mostra permanente, foto di Bill Lile

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-gallery-2

kimbell-museum-fort-worth-louis-kahn-building-gallery-3

Sale della mostra permanente all’interno dell’edificio Kahn; foto Robert LaPrelle. © 2013 Kimbell Art Museum

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-gallery

Galleria meridionale nel Padiglione Piano con opere di La Tour, Caravaggio e Poussin dalla collezione Kimbell; foto © Robert Polidori

kimbell-art-museum-fort-worth-renzo-piano-pavilion-gallery-2

Galleria meridionale nel Padiglione Piano con opere di Michelangelo, Poussin, Velázquez e Beato Angelico dalla collezione Kimbell; foto © Robert Polidori

Il museo organizza anche mostre temporanee, visite guidate, presentazioni pubbliche, concerti, rassegne cinematografiche, laboratori ed attività didattiche per ragazzi ed adulti.

Il complesso del Museo Kimbell comprende due auditorium, due negozi, una caffetteria ed un ristorante a buffet; entrambi gli edifici sono accessibili ai disabili.

Foto di copertina di A den Tex

Kimbell Art Museum edificio Kahn esterno

Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


link sponsorizzato


More about Renzo Piano

Renzo Piano

Renzo Piano




copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474

Questo sito usa cookie propri e di terze parti. I cookie sono comunemente utilizzati per il funzionamento corretto del sito (cookie tecnici), per misurare le preferenze di navigazione degli utenti (cookie statistici) e per la pubblicità (cookie di profilazione). I nostri lettori hanno il diritto di non accettare cookie statistici e di profilazione. Ma, abilitando tutti i cookie, ci aiuterete ad offrirvi un’esperienza miglioreCookie policy