Istanbul Modern. Museo d’arte moderna.

Meclis-i Mebusan Cad. Liman İşletmeleri Sahası Antrepo No: 4, 34433 Karaköy, Istanbul
Marmara, Turkey
Email: info@istanbulmodern.org
Telefono: +90 212 334 7300
Sito web: https://www.istanbulmodern.org/
chiuso: Lunedì
Tipologia: Art
Istanbul modern museum

L’ Istanbul Modern, anche conosciuto come Museo d’Arte Moderna di Istanbul (İstanbul Modern Sanat Müzesi), è un museo  a conduzione privata dedicato all’arte moderna e contemporanea.

Il museo, aperto nel 2004, è ospitato in un ex-deposito situato sul lungomare del Bosforo.
Nel 2002, si prevede che il museo si trasferisca in un nuovo edificio progettato da Renzo Piano.

La collezione del museo è composta da opere, dal primo novecento in poi, di autori sia Turchi che internazionali, tra i quali Avni Arbaş, Taner Ceylan, Adnan Çoker, Tony Cragg, Osman Dinç, Olafur Eliasson, Tayfun Erdoğmuş, Mustafa Horasan, Ekrem Yalçındağm, Yoko Ono, Ahmet Oran,William Kentridge, Tomás Saraceno, Gülay Semercioğlu, Fatma Tülin e Bill Viola. Il museo possiede anche un’interessante collezione fotografica.

Oltre alla mostra permanente, presentata in ordine cronologico, l’Istanbul Modern tiene regolarmente da due a tre mostre temporanee all’anno ed offre anche un ricco programma di attività didattiche, visite guidate, progetti di inclusione sociale, laboratori artistici per bambini, eventi speciali e film.

Al museo sono a disposizione dei visitatori una biblioteca specializzata, un cinema, un negozio ed un ristorante con terrazza.
Il museo Istanbul Modern è completamente accessibile ai disabili.

Foto: copertina di by mistychoi; 1 di LWYang; 2 di leyla.a 


Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4.00 out of 5)
Loading...

link sponsorizzato


i nostri articoli su Istanbul Modern. Museo d’arte moderna.
Turchia | 14a Biennale Architettura
turkey-pavilion-venice-architecture-biennale-01

La mostra della Turchia alla 14a Biennale Architettura è profondamente legata all’esperienza personale del suo curatore, l’architetto Murat Tabanlıoğlu



copyright Inexhibit 2022 - ISSN: 2283-5474