Altes Museum

Am Lustgarten, Berlin
Berlin, Germany
chiuso il: tutti i lunedì, 24 e 31 dicembre
Tipologia: Arte

L’ Altes Museum (Museo Vecchio) di Berlino è un museo di arte antica, celebre per le sue grandi collezioni di antichità Greche, Etrusche e Romane.

Storia ed architettura
Aperto al pubblico nel 1830 col nome di Königliches Museum (Museo Reale, il nome attuale venne adottato nel 1845), L’Altes Museum è da allora ospitato in un imponente edificio neoclassico, progettato dall’architetto Prussiano Karl Friedrich Schinkel, affacciato sul parco Lustgarden nella Museuminsel, il maggior quartiere culturale di Berlino.
Il progetto di Schinkel unì abilmente vari elementi tratti dall’architettura classica, come il grande portico ornato da colonne ioniche e la grande rotonda, chiaramente ispirata a quella del Pantheon di Roma.

L’edificio del museo, seriamente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, fu riaperto nel 1966 dopo consistenti lavori di restauro. Nel 2011, il museo è stato completamente rinnovato, su progetto dello studio di architettura Hilmer Sattler.

altes-museum-berlin-16

L’Altes Museum a Berlino, facciata sud; foto: Jan-Willem Reusink


sponsored links

altes-museum-berlin-1831

Johann Heinrich Hintze, Il Königliches Museum a Berlino (ora Altes Museum), oil su tavola, 1832; © Stadtmuseum Berlin | Foto: Oliver Ziebe

altes-museum-berliner-dom-lustgarden-berlin

Il parco Lustgarden con l’Altes Museum sulla sinistra ed il Duomo di Belino sulla destra; foto: Jean-Pierre Dalbéra

altes-museum-berlin-schinkel

Karl Friedrich Schinkel, Königliches Museum (ora Altes Museum), sezione trasversale, 1825-1828

altes-museum-berlin-10

Altes Museum, la rotonda; foto: Jasper Arends

Collezione e mostra permanente
La collezione dell’Altes Museum, nota come Antikensammlung, comprende antichità Greche, Etrusche e Romane, tra cui sculture, mosaici, sarcofagi, vasi e gioielli.
Ordinati cronologicamente, i reperti esposti nella mostra permanente includono celebri capolavori  – come le sculture greco-antiche della “Dea di Berlino” (580-560 a.C.), del “Ragazzo che Prega” (ca. 300 a.C. ), ed il “Ritratto di Pericle” (ca. 430 a.C.) – la scultura ellenistico-romana dello “Spinario” (225-200 a.C.), l’urna cineraria etrusca con uomo sdraiato da Chiusi (ca. 500 a.C.), il sarcofago marmoreo romano di Medea (140 a.C.) ed il mosaico detto “dei Centauri” dalla Villa Adriana di Tivoli (120-130 d.C.).

altes-museum-berlin-13

Vista dell mostra permanente “Mondi Antichi: Greci, Etruschi e Romani” © Staatliche Museen zu Berlin, Antikensammlung / Achim Kleuker

altes-museum-berlin-14

Una delle sale dedicate alla scultura Greca; foto: David Almeida

altes-museum-berlin-19

Teste marmoree di epoca Romana; foto di Sanickels

altes-museum-berlin-15

L’urna funeraria con uomo sdraiato da Chiusi, arte Etrusca; foto: Jean-Pierre Dalbéra

altes-museum-berlin-17

Il Sarcofago di Medea di epoca Romana; foto di Ljubar

altes-museum-berlin-20

Il Mosaico dei Centauri dalla Villa Adriana di Tivoli; foto: Garrett Ziegler

altes-museum-berlin-12

Lo “Spinario”, scultura marmorea di epoca Romana; foto. Bauke Karel

altes-museum-berlin-memnon

Testa marmorea di Memnone, discepolo di Erode Attico, ca.170 d.C.; foto di Ljubar

Il museo possiede anche una collezione di 500.000 tra monete e medaglie, realizzate dal settimo secolo avanti cristo sino ai giorni nostri, una selezione della quale viene esposta nelle sale del Münzkabinett.

L’Altes Museum organizza anche mostre temporanee, visite guidate, laboratori ed attività didattiche per adulti e bambini.
L’edificio del museo, completamente accessibile ai disabili, ospita anche una caffetteria ed un bookshop.

Immagine di copertina di Daniel Mennerich

Altes Museum Berlino

Come giudicano questo museo i nostri lettori? (puoi votare anche tu)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,20 out of 5)
Loading...


link sponsorizzato


More in Berlino

Berlino

Berlino




copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474

Questo sito usa cookie propri e di terze parti. I cookie sono comunemente utilizzati per il funzionamento corretto del sito (cookie tecnici), per misurare le preferenze di navigazione degli utenti (cookie statistici) e per la pubblicità (cookie di profilazione). I nostri lettori hanno il diritto di non accettare cookie statistici e di profilazione. Ma, abilitando tutti i cookie, ci aiuterete ad offrirvi un’esperienza miglioreCookie policy