Zanotta rilancia il design ludico degli anni Sessanta con la riedizione di Karelia

KARELIA-poltrona-Zanotta-riedizione2022-01

Zanotta rilancia il design ludico degli anni Sessanta con la riedizione di Karelia

Karelia, una delle poltrone che meglio incarnano lo spirito del design pop degli anni Sessanta, torna in produzione. Progettata nel 1966 dalla designer finlandese Liisi Beckmann, la seduta prodotta da Zanotta è stata una delle prime senza struttura, essendo interamente in poliuretano espanso con rivestimento vinilico.
Leggera, ludica e colorata, così come altre sedute concepite fra la fine degli anni Sessanta e i primi anni Settanta – si pensi al divano Superonda di Archizoom o alla poltrona Sacco di Gatti, Paolini, Teodoro – anche Karelia era il prodotto di una filosofia che smontava la rigidità degli arredi tradizionali aderendo ad un modello di società libera e informale. Nel caso specifico, la sua inconfondibile superficie a onde traeva ispirazione dalla terra d’origine di Liisi Beckmann, la Repubblica di Carelia, in Finlandia, con la sua costa frastagliata fatta di insenature e golfi.

Nella riedizione, Karelia ha un nuovo rivestimento tessile dai colori cangianti, un tessuto bioelastico a trama diagonale che aderisce perfettamente al volume della seduta e che sostituisce il rivestimento vinilico originale. La riedizione è migliorata nel comfort della zona renale grazie a una doppia densità del poliuretano ed è stata aggiornata nelle proporzioni; inoltre, i ganci posti sui piedini permettono di aggregare due o più moduli per creare una seduta continua.

KARELIA-poltrona-Zanotta-riedizione-2022-grey

KARELIA-poltrona-Zanotta-riedizione2022-03

KARELIA-Zanotta-riedizione-2022-orange-2

sopra e in copertina: riedizione della poltrona Karelia. Courtesy of Zanotta

poltrona-karelia-Zanotta-pubblicità-anni-sessanta-courtesy-of-zanotta

Karelia, Zanotta, immagine promozionale degli anni Sessanta. Courtesy of Zanotta.

 


link sponsorizzato


copyright Inexhibit 2022 - ISSN: 2283-5474