link sponsorizzato

“La Terra Inquieta”, il racconto del presente alla Triennale di Milano

Di FEDERICA LUSIARDI - marzo 16, 2017

La Triennale di Milano e Fondazione Nicola Trussardi hanno annunciato la mostra “La terra Inquieta” che sarà allestita in Triennale e aperta al pubblico dal 28 aprile al 20 agosto 2017.

Copertina: Adel Abdessemed, Hope, 2011-2012
Barca, resina, 205.7 x 579.1 x 243.8 cm. Courtesy of Adel Abdessemed
© Adel Abdessemed, ADAGP Paris. foto Maris Hutchinson_EPW Studio

Ideata e curata da Massimiliano Gioni, la mostra è parte del programma del Settore Arti visive della Triennale diretto da Edoardo Bonaspetti ed è il frutto della collaborazione fra due istituzioni impegnate da sempre nel racconto del presente.
Il titolo della mostra – preso a prestito da una raccolta di poesie dello scrittore caraibico Édouard Glissant, da sempre affascinato dalla coesistenza di culture diverse – risponde all’ urgenza di affrontare il tema delle trasformazioni epocali che stanno segnando la storia contemporanea, e in particolare la questione delle migrazioni e della crisi dei rifugiati.

Ai 65 artisti invitati provenienti da tutto il mondo – tra cui Albania, Algeria, Bangladesh, Egitto, Ghana, Iraq, Libano, Marocco, Siria e Turchia – “La terra inquieta” consegna  il compito di interpretare ciò che sta avvenendo. Attraverso installazioni, video, immagini di reportage, materiali storici e oggetti di cultura materiale, la mostra intende esplorare geografie reali e immaginarie, ricostruendo l’odissea dei migranti e le storie dei loro viaggi disperati .

Triennale-Milano-la-terra-inquieta-Barrada-2

Yto Barrada, Couronne d’Oxalis (Oxalis Crown), 2006
C-print,125 x 125 cm. Courtesy Yto Barrada and Sfeir-Semler Gallery, Hamburg / Beirut

Triennale-Milano-la-terra-inquieta-Barrada

Yto Barrada, Landslip, 2001
C-print, 60 x 60 cm. Courtesy Yto Barrada e Sfeir-Semler Gallery, Amburgo / Beirut

Seguendo le trasformazioni dell’economia e le relazioni pericolose che si intrecciano tra corpi, merci, capitali e rotte di scambio nell’epoca della globalizzazione, la mostra compone un ritratto collettivo che restituisce voce e dignità alle moltitudini senza volto.
Al centro dell’esposizione, ad esempio, è posta l’installazione video “The Mapping Journey Project” dell’artista marocchina Bouchra Khalili che, con semplicità disarmante, raccoglie le storie di migranti che hanno attraversato interi continenti alla ricerca di un varco nella fortezza Europa. Come nei video di Khalili, mescolando biografie individuali e collettive, la mostra ripercorre le metamorfosi del paesaggio e le forze economiche e sociali che trasformano e plasmano un mondo sempre più interconnesso e globale.

Triennale-Milano-la-terra-inquieta-Haerizadeh

Rokni Haerizadeh, The Sun Shines on a Graveyard and a Garden Alike,
And The Rain a Loyal Man From a Traitor Knows Not, 2015.
Gesso, watercolour and ink on printed paper, 29.7 x 42 cm
Courtesy Rokni Haerizadeh and Gallery Isabelle van den Eynde

Triennale-Milano-la-terra-inquieta-McQueen-02

Steve McQueen, Static, 2009
35mm trasferito su formato digitale HD, colore, suono , 7’3’’, proiezione continua
Courtesy Steve McQueen; Marian Goodman
Gallery, Paris & New York and Thomas Dane Gallery, London

La Terra Inquieta
La Triennale di Milano
Palazzo della Triennale, Viale Alemagna,6 – 20121 Milano
28 Aprile / 20 Agosto, 2017

http://www.triennale.org/
http://www.fondazionenicolatrussardi.it/main.html

ARTISTI IN MOSTRA

1. Adel Abdessemed 1971, Costantina, Algeria. Vive e lavora a Parigi, Francia
2. John Akomfrah 1957 Accra, Ghana. Vive e lavora a Londra, UK
3. Pawel Althamer 1967, Varsavia, Polonia. Vive e lavora a Varsavia, Polonia
4. Francis Alÿs 1959, Anversa, Belgio. Vive e lavora a Città del Messico, Messico
5. El Anatsui 1944, Anyanko, Ghana. Vive e lavora a Nsukka, Nigeria
6. Ziad Antar 1978, Saïda, Libano. Vive e lavora a Saïda, Libano, e Parigi, Francia
7. Kader Attia 1970, Dugny, Francia. Vive e lavora a Berlino, Germania e Parigi, Francia
8. Brendan Bannon 1970, New York, USA. Vive e lavora a Nairobi, Kenya e New York, USA
9. Yto Barrada 1971, Parigi, Francia. Vive e lavora a Tangeri, Marocco, e New York, USA
10. John Berger e Jean Mohr 1926, Londra, UK – 2017, Antony, Francia / 1925 Ginevra, Svizzera. Vive e lavora a Ginevra, Svizzera
11. Alighiero Boetti 1940, Torino, Italia – 1994, Roma, Italia
12. Anna Boghiguian 1946, Il Cairo, Egitto. Vive e lavora internazionalmente
13. Andrea Bowers 1965, Wilmington, Ohio, USA. Vive e lavora a Los Angeles, USA
14. Tania Bruguera 1968, L’Avana, Cuba. Vive e lavora a New York, USA e L’Avana, Cuba
15. Banu Cennetoğlu e Nihan Somay in collaborazione con UNITED 1970, Ankara, Turchia. Vive e lavora a Istanbul, Turchia / 1988, Istanbul, Turchia. Vive e lavora a Istanbul, Turchia
16. Phil Collins 1970 Runcorn, UK. Vive e lavora a Berlino, Germania
17. Comitato 3 ottobre Fondato nel 2014, Lampedusa, Italia
18. Constant (Constant Nieuwenhuys) 1920, Amsterdam, Paesi Bassi – 2005, Utrecht, Paesi Bassi
19. Thierry De Cordier 1954, Oudenaarde, Belgio. Vive e lavora a Ostenda, Belgio
20. La Domenica del Corriere Milano, 1899 – 1989
21. Forensic Oceanography / Charles Heller e Lorenzo Pezzani Fondato nel 2011, Londra, UK / 1981, USA. Vive e lavora a Londra, UK / 1982, Trento, Italia. Vive e lavora a Londra, UK
22. Meschac Gaba 1961, Cotonou, Benin. Vive e lavora a Cotonou e Rotterdam, Paesi Bassi
23. Charles Gaines e Ashley Hunt per Gulf Labor Artists Coalition 1944, Charleston, USA. Vive e lavora a Los Angeles, USA / 1970, Los Angeles, USA. Vive e lavora a Los Angeles, USA / Fondato nel 2011
24. Giuseppe “Pinot” Gallizio 1902 – 1964, Alba, Italia
25. Rokni Haerizadeh, Ramin Haerizadeh e Hesam Rahmanian 1978 Tehran, Iran. Vive e lavora a Dubai, Emirati Arabi Uniti / 1975 Tehran, Iran. Vive e lavora a Dubai, Emirati Arabi Uniti / 1980 Knoxville, USA. Vive e lavora a Dubai, Emirati Arabi Uniti
26. Manaf Halbouni 1984, Damasco, Siria. Vive e lavora a Dresda, Germania
27. Mona Hatoum 1952, Beirut, Libano. Vive e lavora a Londra, UK e Berlino, Germania
28. Lewis Wickes Hine 1874, Oshkosh, USA –1940, Dobbs Ferry, USA
29. Thomas Hirschhorn 1957, Berna, Svizzera. Vive e lavora a Parigi, Francia
30. Wafa Hourani 1979, Hebron, Palestina. Vive e lavora a Ramallah, Palestina
31. Pravdoliub Ivanov 1964 Plovdiv, Bulgaria. Vive e lavora a Sofia, Bulgaria
32. Khaled Jarrar 1976, Jenin, Palestina. Vive e lavora a Ramallah, Palestina
33. Isaac Julien 1960, Londra, UK. Vive e lavora a Londra, UK
34. Hiwa K 1975, Sulaymaniya, Iraq. Vive e lavora a Berlino, Germania
35. Yasmine Kabir Bangladesh. Vive e lavora a Dhaka, Bangladesh
36. Šejla Kamerić 1976, Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina. Vive e lavora a Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina, e Berlino, Germania
37. Bouchra Khalili 1975, Casablanca, Marocco. Vive e lavora a Berlino, Germania
38. Runo Lagomarsino 1977, Lund, Svezia. Vive e lavora a Malmö, Svezia e San Paolo, Brasile
39. Dorothea Lange 1895, Hoboken, USA – 1965, San Francisco, USA
40. Zoe Leonard 1961, Liberty, USA. Vive e lavora a New York, USA
41. Glenn Ligon 1960, New York, USA. Vive e lavora a New York, USA
42. Liu Xiaodong 1963, Liaoning Province, Cina. Vive e lavora a Pechino, Cina
43. Ahmed Mater 1979, Tabouk, Arabia Saudita. Vive e lavora ad Abha, Arabia Saudita
44. Steve McQueen 1969, Londra, UK. Vive e lavora ad Amsterdam, Paesi Bassi
45. Aris Messinis 1977, Salonicco, Grecia. Vive e lavora ad Atene, Grecia
46. multiplicity in collaborazione con Giovanni Maria Bellu Fondato nel 2000 da Stefano Boeri, Maddalena Bregani, Francisca Insulza, Francesco Jodice, Giovanni La Varra, John Palmesino, Maki Gherzi, Paolo Vari
47. Paulo Nazareth 1977, Governador Valadares, Brasile. Vive e lavora a Minas Gerais, Brasile
48. Adrian Paci 1969, Scutari, Albania. Vive e lavora a Milano, Italia
49. Maria Papadimitriou 1957, Atene, Grecia. Vive e lavora a Volos e Atene, Grecia
50. 2016 Pulitzer Prize for Breaking News Photography Daniel Etter – 1974, Karlsruhe, Germania / Tyler Hicks – 1969, Svezia, Brasile / Mauricio Lima – 1975, Svezia, Brasile / Sergey Ponomarev – 1980, Mosca, Russia. Per The New York Times
51. Marwan Rechmaoui 1964, Beirut, Libano. Vive e lavora a Beirut, Libano
52. Hrair Sarkissian 1973, Damasco, Siria. Vive e lavora a Londra, UK
53. Thomas Schütte 1954, Oldenburg, Germania. Vive e lavora a Düsseldorf, Germania
54. Hassan Sharif 1951 – 2016, Dubai, Emirati Arabi Uniti
55. Augustus Sherman 1856, Lynn, USA – 1925, New York, USA
56. Xaviera Simmons 1974, New York, USA. Vive e lavora a New York, USA
57. Mounira Al Solh 1978, Beirut, Libano. Vive e lavora a Beirut, Libano
58. Hamid Sulaiman 1986, Damasco, Siria. Vive e lavora a Parigi, Francia
59. Rayyane Tabet 1983, Ashqout, Libano. Vive e lavora a Beirut, Libano
60. Pascale Marthine Tayou 1967, Yaoundé, Cameroon. Vive e lavora a Ghent, Belgio e Yaoundé, Cameroon.
61. Wolfgang Tillmans 1968, Remscheid, Germania. Vive e lavora a Londra, UK e Berlino, Germania
62. Andra Ursuta 1979, Salonta, Romania. Vive e lavora a New York, USA
63. Danh Võ 1975, Bà Rịa-Vūng Tàu Province, Vietnam. Vive e lavora a Città del Messico, Messico
64. Henk Wildschut 1967, Harderwijk, Paesi Bassi. Vive e lavora ad Amsterdam, Paesi Bassi
65. Zarina (Zarina Hashmi) 1937, Aligarh, India. Vive e lavora a New York, USA


link sponsorizzato


Di più su Milano

Milano

Milano