link sponsorizzato

Noi Alberi, una mostra alla Fondation Cartier pour l’art contemporain di Parigi

Fond-Cartier-Paris-Trees-cassio-vasconcellos-a-picturesque-voyage-through-brazil-37-2015

Se avete in programma un viaggio a Parigi nei prossimi mesi non perdetevi “Nous les Arbres” (Noi Alberi), la mostra che la ‘Fondation Cartier pour l’art contemporain‘, allestisce dal 12 luglio al 10 novembre 2019.

in copertina: Càssio Vasconcellos, a pictoresque voyage through Brazil #37, (viaggio pittoresco attraverso il Brasile) 2015. Courtesy of the artist and Galeria Nara Roesler, São Paulo, Brazil © Càssio Vasconcellos

Le opere e le ricerche di artisti, botanici, architetti e filosofi sono riunite in una mostra che intreccia percorsi di conoscenza estetici e scientifici, rivelando la bellezza e la ricchezza biologica di questi grandi protagonisti del mondo vivente, minacciati oggi da un processo di deforestazione su vasta scala. Negli ultimi anni gli alberi sono stati oggetto di studi che ne hanno evidenziato la capacità di memorizzare, di comunicare, di vivere in simbiosi con altri esseri viventi, rivelando un’ intelligenza che potrebbe aiutarci a risolvere molti dei problemi ambientali del nostro tempo.
Attraverso disegni, dipinti, fotografie, film e installazioni di artisti e studiosi provenienti da tutto il mondo, la mostra si sviluppa secondo fili narrativi che vanno da dalla conoscenza degli alberi- attraverso la botanica e le nuove frontiere della biologia vegetale – alla ricerca estetica fino alla riflessione sul tema della deforestazione raccontata attraverso osservazioni documentali e testimonianze pittoriche.
Tra le opere più interessanti in mostra da segnalare il progetto di Stefano Mancuso, botanico e pioniere della neurobiologia vegetale, che in collaborazione con Thijs Biersteker ha creato un’installazione per “dare voce” agli alberi, attraverso una serie di sensori che rivelano le loro reazioni all’ambiente.
Un’altra figura che ha un ruolo importante nella mostra è il botanico itinerante Francis Hallé, i cui taccuini, densi di accurati disegni, rappresentano un perfetto incontro fra rigore scientifico e sensibilità artistica. Al centro della mostra si trova la riflessione sul rapporto tra uomo e alberi narrata dal film di Raymond Depardon, nel quale i platani e le querce che ombreggiano le piazze dei villaggi sono raccontati dagli abitanti che con loro hanno condiviso molti ricordi.
Tra gli altri contributi in mostra da segnalare il lavoro di Fabrice Hyber, che ha piantato circa 300.000 semi di alberi in Vandea e che attraverso i sui dipinti ci offre un’osservazione poetica e personale del mondo vegetale, i paesaggi lussureggianti dipinti dell’artista brasiliano Luiz Zerbini e “L’architettura degli alberi”, l’inventario redatto dall’architetto Cesare Leonardi in collaborazione con Franca Stagi, che offre un prezioso strumento per la progettazione del verde. Il dramma della deforestazione, testimoniato dal film ‘EXIT’ degli architetti Diller Scofidio + Renfro, (presentato per la prima volta in occasione di Cop21, la conferenza sui cambiamenti climatici di Parigi nel 2015), si affianca al mondo onirico narrato dal regista paraguaiano Paz Encina, che offre un’immagine interiorizzata dell’albero come rifugio per la memoria e l’infanzia.

Fondation-Cartier-Paris- exhibition-Trees-Francis-Halle

Francis Hallé, Strangler fig, Rio Maru, Peruvian Amazon, 2012. © Francis Hallé

raymond-depardon-le-chene-de-venon-isere-france-2019

Raymond Depardon, Le chêne de Venon, (la quercia di Venon), Isère, Francia, 2019

Fondation-Cartier-Paris-Exhibition-Trees-Luiz-Zerbini-philodendron

Luiz Zerbini, Philodendron Vermelho I, 2018. Collezione dell’artista, Rio de Janeiro, Brasile
© Luiz Zerbini. Photo © Pat Kilgore.

Fondation-Cartier-Paris-Exhibition-Trees-Sebastian-Mejia

Sebastián Mejía, série Quasi Oasis 17 (Avenida Simón Bolívar, Santiago, Chile), 2012. Collezione dell’artista, Santiago, Chile. © Sebastián Mejía.

Fondation-Cartier-Paris-Exhibition-Trees-EXIT-00

Fondation-Cartier-Paris-Exhibition-Trees-EXIT-01

Fotogrammi tratti da ‘EXIT’, mappa dinamica basata su un idea di Paul Virilio, creata da Diller Scofidio + Renfro e presentata al Palais de Tokyo in occasione di Cop21, Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Parigi, 2015.

Nous les Arbres (Noi Alberi)
12 luglio / 10 novembre 2019
Fondation Cartier pour l’art contemporain
261, Boulevard Raspail, 75014 – Parigi
https://www.fondationcartier.com


link sponsorizzato


More in Parigi

Parigi

Parigi



copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474