In Belgio, il progetto della nuova ala del Design Museum Gent

design-museum-gent-03

Gli studi di architettura TRANS architectuur | stedenbouw, Carmody Groarke e RE-ST architectenvennootschap stanno progettando l’ampliamento del Design Museum Gent, nella città di Gand in Belgio.

copertina: TRANS architectuur | stedenbouw, Carmody Groarke and RE-ST architectenvennootschap, la nuova ala del Design Museum Gent, (image courtesy of Design Museum Gent)

Il Design Museum Gent sarà completato con una nuova ala – chiamata DING – ovvero Design In Ghent – che sorgerà su un lotto vuoto affacciato su Drabstraat, situato a sud dell’attuale complesso museale.
Il nuovo edificio collegherà i corpi esistenti, creerà ulteriori aree espositive e soprattutto doterà il museo di spazi per la collettività e per attività pubbliche. DING, che dovrebbe anche risolvere diversi problemi di accessibilità e logistica è stata pensata per essere un ‘luogo partecipativo’, capace di creare un collegamento tra gli spazi espositivi e la città e destinato ad essere un punto di incontro con accesso gratuito.

design-museum-gent-06-map

sopra: il lotto vuoto su Drabstraat dove sarà costruito il nuovo edificio. (elaborazione grafica di Inexhibit).

Il Design Museum Gent e sogent (società autonoma di sviluppo urbano di Gand), hanno scelto il team di progettazione attraverso un concorso di architettura; nell’autunno del 2018 cinque team di progettazione, su un totale di 96 candidati, sono stati selezionati per presentare il progetto. Al termine della procedura la giuria ha scelto la proposta presentata dall’associazione formata da TRANS | Stedenbouw di Gand, Carmody Groarke di Londra e RE-ST Architectenvennootschap di Anversa. Il progetto risponde alle richieste del bando in termini di gestione e accessibilità e offre soluzioni alle questioni logistiche, di circolazione, di integrazione con il contesto e di uso flessibile degli spazi.
Il nuovo volume rivestito in mattoni bianchi affacciato su Drabstraat non si impone sul contesto, con il quale anzi si relaziona in modo discreto, ma è destinato a diventare un importante punto di riferimento, una sorta di landmark urbano. In particolare, le grandi aperture nella facciata rendono la “Sala della comunità” collocata al piano terra un luogo di incontro accogliente e consentono di vedere tutte le attività dall’esterno. Il volume espositivo posizionato sul tetto – chiamato LOFT – che introduce un nuova presenza nella successione di falde inclinate tipiche del paesaggio urbano circostante – non ha un fronte e un retro ma si apre, offrendo da ogni lato  suggestivi affacci sulla città.
La costruzione del nuovo edificio è programmata per il 2021 e i lavori dovrebbero terminare entro il 2023.

 

design-museum-gent-05

sopra: vista del lotto vuoto su Drabstraat (image courtesy of Design Museum Gent)

design-museum-gent-01

sopra: TRANS architectuur | stedenbouw, Carmody Groarke and RE-ST architectenvennootschap, Design Museum Gent,vista renderizzata della nuova ala su Drabstraat (image courtesy of Design Museum Gent)

design-museum-gent-02

sopra: TRANS architectuur | stedenbouw, Carmody Groarke and RE-ST architectenvennootschap, la nuova ala del Design Museum Gent, vista a volo d’uccello.
(image courtesy of Design Museum Gent)

design-museum-gent-loft-interior-view

sopra: TRANS architectuur | stedenbouw, Carmody Groarke and RE-ST architectenvennootschap,la nuova ala del Design Museum Gent, vista interna dello spazio LOFT, (image courtesy of Design Museum Gent)

Design Museum Gent – Jan Breydelstraat 5, 9000 Gent (Gand)
https://www.designmuseumgent.be/en/

 


link sponsorizzato

You may also be interested in...

copyright Inexhibit 2019 - ISSN: 2283-5474