Biennale di Architettura di Venezia 2021, i premi e il Leone d’Oro agli Emirati

United Arab Emirates Pavilion, Wetland, Golden Lion Venice Architecture Biennale 2021, Inexhibit

La giuria della 17a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia – composta da Kazuyo Sejima (presidente), Sandra Barclay, Lamia Joreige, Lesley Lokko e Luca Molinari – ha annunciato ufficialmente i premi dell’edizione di quest’anno della Biennale di Architettura.

Sopra: un’immagine di Wetland, Padiglione degli Emirati Arabi Uniti, foto © Riccardo Bianchini / Inexhibit.

Abbastanza a sorpresa il premio principale, ovvero il Leone d’Oro per la migliore partecipazione nazionale, è andato agli Emirati Arabi Uniti, con due menzioni speciali assegnate ai padiglioni di Russia e Filippine.

Intitolata Wetland  e curata da Wael Al Awar e Kenichi Teramoto, la mostra degli Emirati presenta un nuovo tipo di cemento sostenibile inteso a rimpiazzare il cemento Portland, il cui impatto sull’ambiente e sulle emissioni di anidride carbonica è notoriamente elevato.
Sviluppato in larga parte negli Emirati Arabi, il nuovo materiale è realizzato a partire dal riciclo di acque salmastre di origine industriale. Per mostrare le possibilità del nuovo cemento, il materiale è stato colato in forme organiche, che ricordano quelle delle case tradizionali emiratine in pietra corallina, per costruire un prototipo che è stato installato all’interno del padiglione. La struttura è affiancata da grandi immagini dell’artista Farah Al Qasimi che ritraggono il sito canditato UNESCO delle sabkhas (pianure di sale) negli Emirati, che ha ispirato il processo di ricerca sul nuovo materiale.

Come anticipato, due menzioni speciali sono anche andate al padiglione della Russia, intitolato Open, e a Structures of Mutual Support, la mostra delle Filippine (potete leggere qui il nostro articolo sul Padiglione delle Filippine).

Philippines Pavilion Venice Architecture Biennale 2021 Inexhibit

Il padiglione delle Filippine alla 17a Biennale di Venezia Architettura; foto  © Riccardo Bianchini / Inexhibit.

Russian Pavilion, Venice Architecture Biennale 2021, Inexhibit

Una vista del padiglione russo, foto © Riccardo Bianchini / Inexhibit.

Il Leone d’Oro per la migliore partecipazione alla 17a Mostra How will we live together?  è stato assegnato a Instances of Urban Practice di raumlaborberlin (Berlino, Germania).
Il Leone Leone d’Argento per un promettente giovane partecipante alla mostra principale è andato a Watermelons, Sardines, Crabs, Sands, and Sediments: Border Ecologies and the Gaza Strip della Foundation for Achieving Seamless Territory (FAST) (Amsterdam, Olanda; New York, USA)
La giuria ha anche assegnato una menzione speciale per The Anthropocene Museum: Exhibit 3.0 Obsidian Rain di Cave_bureau (Nairobi, Kenia).
Infine, un Leone d’oro speciale alla memoria è andato all’architetto e artista italiana Lina Bo Bardi (1914-1992).


link sponsorizzato


How will we live together? La 17°Biennale di Architettura di Venezia

How will we live together? La 17°Biennale di Architettura di Venezia

How will we live together? La 17°Biennale di Architettura di Venezia


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474