Studio Venezia di Xavier Veilhan | La Francia alla Biennale d’Arte 2017

Luogo: Venezia, Italia
"Studio Venezia" di Xavier Veilhan
Padiglione francese | 57° Biennale d'Arte di Venezia
Testo e immagini © Inexhibit
tutti i diritti riservati

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 03

“Studio Venezia” di Xavier Veilhan | il padiglione della Francia alla Biennale d’Arte 2017

Il Padiglione della Francia è stato trasformato in una grande cassa armonica: un paesaggio sonoro racchiuso in un involucro di legno e tessuto.
Nello “Studio Venezia” i musicisti che si alterneranno per l’intera durata della biennale d’arte creeranno composizioni musicali suonando gli strumenti presenti nello spazio, e potranno fruire di un uno studio di registrazione allestito in una parte del padiglione.
Per i visitatori non si tratta dunque di assistere ad uno o più concerti ma di essere parte di un esperienza immersiva, partecipando ad un vero e proprio processo di produzione musicale.

L’autore di “Studio Venezia” è Xavier Veilhan, classe 1963, che dagli anni ’80 in poi – dopo una solida formazione acquisita dapprima all’ École Nationale Supérieure des Art Décoratifs di Parigi, alla Hochschule der Kunste di Berlino poi, e infine al Centre Pompidou’s Institute des Hautes Etudes en Arts Plastiques – ha realizzato un corpus di opere che spaziano dalla pittura alla scultura, dalle installazioni alle performance, dal video alla fotografia, attraverso un linguaggio che si appropria dei codici dell’arte e del design coinvolgendo spesso nel proprio lavoro gli spettatori.

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 10

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 02

La scelta di percorrere la strada della collaborazione fra artisti che si occupano di ambiti creativi diversi – piuttosto che di assecondare la creazione dell’artista solitario – è chiaramente espressa in questo lavoro che coinvolge, oltre alla figura dell’artista /designer, anche musicisti, tecnici del suono, programmatori e produttori musicali.

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 01

Nella presentazione del suo progetto per il padiglione francese della biennale d’arte di Venezia Veilhan ha affermato: “Immagino un ambiente globale: un’installazione immersiva che spinge i visitatori ad entrare nel mondo dello studio di registrazione, un’opera ispirata al lavoro pionieristico di Kurt Schwitters, il Merzbau (1923-1937). I musicisti con diversi backgrounds sono invitati a dare vita a questo studio di registrazione-scultura che diventa la sede delle loro creazioni durante i sette mesi della Biennale. Il padiglione riunisce arte visiva e musica, con riferimento non solo al Bauhaus e agli esperimenti del Black Mountain College ma anche alla “Station to Station” di Doug Aitken”.

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 04

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 05

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 06

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 07

Xavier Vilhan French Pavilion Venice Art Biennale 2017 Inexhibit 09

57° Biennale d’Arte di Venezia, 2017. Viste del padiglione francese. Foto © Inexhibit 2017


link sponsorizzato

Biennale d’Arte di Venezia 2017 | informazioni, programma e mostre

Biennale d’Arte di Venezia 2017 | informazioni, programma e mostre

Biennale d’Arte di Venezia 2017 | informazioni, programma e mostre


Altro a Venezia

Venezia

Venezia


copyright Inexhibit 2024 - ISSN: 2283-5474