Liverpool | Galleria fotografica Open Eye

Luogo: Liverpool, Nazione:United Kingdom
cliente: Open Eye Gallery, 19 Mann Island - Liverpool Waterfront
Progetto:
RCKa - Londra
www.rcka.co.uk
Design team: Tim Riley, Tim O'Callaghan.
Testo e immagini courtesy of RCKa

RCKa- Emily Speed

Open Eye Gallery – Facciata di Emily Speed per “wall work series”.

Liverpool | La Galleria fotografica Open Eye  di RCKa architects

Introduzione
Federica Lusiardi, Inexhibit

Il progetto per la Open Eye Gallery dello studio di architettura londinese RCKa è interessante perchè ruota intorno al tema dell’architettura come strumento di comunicazione visiva.
La galleria d’Arte, dedicata alla fotografia, è situata nell’area dei Dock di Liverpool in un luogo totalmente riqualificato e con una chiara vocazione pubblica. L’idea forte espressa dal progetto è quella di mettere in luce il confine fra spazio interno ed esterno, trasformando l’involucro della galleria in un grande segnale di richiamo che intercetta l’attenzione dei passanti e porta all’esterno – non solo simbolicamente – lo spazio espositivo.

marc-gubb_01

sinta tantra_02

Open Eye Gallery –  facciate di  S. Marc Gubb (sopra) e di Sinta Tantra (sotto) per la serie “wall work”.

Relazione di progetto di RCKa

Open Eye Gallery è una galleria fotografica finanziata con fondi pubblici che si trova nell’area dei Dock di Liverpool. L’edificio è parte del piano di sviluppo dell’Isola di Mann all’interno di un sito patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Il progetto coniuga i requisiti  posti dai curatori con la necessità di realizzare, con un budget limitato, uno spazio  rivolto al pubblico, unico e coinvolgente .
Il desiderio di rendere l’arte più accessibile a tutti ha guidato l’ approccio progettuale che ha dato valore al sito creando un luogo d’impatto, ricavando inoltre uno spazio espositivo maggiore di quello inizialmente previsto.
Sono state create  diverse tipologie di spazio e, dove possibile, l’edificio si apre sul suo immediato intorno per segnalare la presenza della galleria, così da richiamere l’attenzione ed incoraggiare i visitatori.
Gli spazi espositivi all’interno sono tre, ognuno dei quali è contraddistinto da specifici caratteri: La Gallery One è a doppia altezza ed è parte dello spazio di ingresso ; la Gallery Three è adatta ad ospitare piccole mostre  mentre Gallery Two  si apre alla città, ospitando eventi e performance artistiche che animano la facciata richiamando un vasto pubblico.
Le connessioni fra le parti della galleria  sono caratterizzate dall’utilizzo del rovere tinto scuro che rende lo spazio allo stesso tempo intimo e “materico”.

Bookshop_foyer_Mark McNulty

interior_Mark Reeves

Una caratteristica fondamentale della Galleria  è la presenza della parete ovest, che connette la Galleria e lo spazio pubblico coperto. La parete costituisce il supporto per l’apparato comunicativo che estende lo spazio espositivo  offrendolo direttamente allo sguardo del pubblico, creando in tal modo una sorta di “quarta dimensione”.  La forma ludica della parete, simile a un foglio ripiegato, contrasta con il carattere dell’ edificio  e si muove  giocosamente intorno alla sequenza di colonne del fronte. La sua forma attira l’attenzione dei passanti e rende ben visibile  il bookshop che sporgendo  non compromette la qualità spaziale spaziale  della Gallery One.
La parete ovest è realizzata con un corian translucido che la rende pulita ed eterea : questa  contrasta con gli elementi più materici, come le maniglie in ottone e il bancone  in quercia invecchiata della reception .

Il nuovo edificio ha dato maggiore visibilità all’ Open Eye Gallery, portando il numero di visitatori da una media di 6-7.000 a 53.000 presenze nel suo primo anno di apertura. La  maggiore visibilità ha accresciuto il reddito autogenerato dalla galleria attraverso la vendita al dettaglio, le donazioni e l’affitto degli spazi;  l’incremento del numero di visitatori ha portato inoltre ad un aumento del 9% dei finanziamenti  provenienti dalla Arts Council of England.
Il nuovo progetto ha quindi non solo migliorato l’Open  Eye Gallery ma ne ha anche assicurato il futuro.


link sponsorizzato

Where is this? Find it through MYMUSEM search
Open Eye Gallery | Liverpool | centro per la fotografia
open eye gallery liverpool

La Open Eye Gallery è un centro dedicato alla fotografia e situato nei docks di Liverpool, a metà strada tra la Tate Liverpool ed il Museum of Liverpool


Altro a Liverpool e Merseyside

Liverpool e Merseyside

Liverpool e Merseyside


copyright Inexhibit 2021 - ISSN: 2283-5474